.

Ad Aosta i consiglieri di Alpe adottano un'aiuola per protesta

 

La maggioranza accusata di scoraggiare i cittadini a prendersi cura delle aree verdi pubbliche

Alpe-fioriAOSTA. "L'aiuola di cui oggi ci prendiamo cura, è la dimostrazione che per fare cose ben fatte basta volontà e buonsenso". Con questa convinzione il gruppo Alpe in Consiglio comunale ad Aosta ha deciso di adottare un'aiuola del capoluogo e la scelta è ricaduta su un'area verde in via Festaz, non lontano dalla sede del movimento, in cui i consiglieri hanno messo a dimora 10 piantine. Una forma di protesta tanto particolare quanto concreta contro "la mancanza di volontà della maggioranza di coinvolgere i cittadini nella cura del verde pubblico" in una città a vocazione turistica.

Secondo Alpe, le forme di collaborazione con gli abitanti disposti a prendersi cura del verde cittadino che l'amministrazione comunale ha elaborato hanno una impostazione "sempre particolarmente farraginosa, come per scoraggiare qualsiasi persona o associazione a regalare parte del proprio tempo libero per un'azione di cittadinanza attiva".

La definizione dell'ultimo regolamento di collaborazione è franato quando associazioni, Ana, Vigili del fuoco volontari e altri gruppi interessati hanno diseratato il confronto in Commissione. "Un incontro - precisa il gruppo consiliare - che avrebbe dovuto tenersi prima della stesura più o meno definitiva del Regolamento, e che invece è stato proposto solo come tappa conclusiva".

A questo punto secondo i consiglieri di Alpe tutto è rimandato a dopo le elezioni di maggio anche se la ricerca della partecipazione diretta dei cittadini sarebbe ormai "non più rimandabile".

 

E.G.

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it