Aosta, via dalla Tari i servizi non strettamente legati ai rifiuti

 

Approvato un odg per scorporare voci come lo sgombero neve dai marciapiedi inserendoli in un'altra tassa

neve-marciapiedeAOSTA. E' stato approvato all'unanimità nei giorni scorsi dal Consiglio comunale di Aosta un ordine del giorno sulla tassa sui rifiuti. L'iniziativa è stata presentata e illustrata da Vincenzo Caminiti (Uv) con l'obiettivo di eliminare dal calcolo della Tari una serie di voci non riconducibili alla raccolta dei rifiuti.

Servizi come lo sgombero della neve dai marciapiedi, la pulizia delle cunette, la raccolta delle foglie oggi sono pagati dalle famiglie valdostane insieme alla tassa sui rifiuti, che negli ultimi cinque anni - ha fatto notare Caminiti citando un'indagine di Federconsumatori - ha subito un aumento del 40,5%. Per effetto dell'ordine del giorno la tassa dovrebbe quindi alleggerirsi in futuro, ma per gli aostani le buone notizie finiscono qui.

La pulizia dei marciapiedi dalla neve, la raccolta delle foglie e la manutenzione delle cunette devono comunque essere pagate in qualche modo e la proposta di Caminiti è quella di inserire questi servizi "in altri tipi di tassazione rendendo in tal modo la tassa sui rifiuti corrispondente all'effettivo costo del servizio".

Quanto ai rifiuti, la proposta approvata all'unanimità chiede a sindaco e giunta del capoluogo di procedere al passaggio dalla tassa alla tariffa che premia i comportamenti virtuosi (chi meno produce, meno paga).

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it