Oggi è il

Il sistema giudiziario in Valle d'Aosta: intervista al procuratore capo Fortuna

  • Pubblicato: Venerdì, 29 Settembre 2017 09:32
Fortuna-paolo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

«Il Palazzo di Giustizia di Aosta è tra i primi in Italia in termini di rapidità»

AOSTA.  Per affrontare il problema di come viene percepito nei valdostani il sistema giudiziario del Tribunale di Aosta non ci poteva essere persona maggiormente idonea del Procuratore capo del Tribunale di Aosta Dott. Paolo Fortuna. Ha accettato con piacere di parlare di questo spinoso argomento sottolineando: «Sono in carica dal 5 luglio quindi le mie affermazioni sono di carattere generale. Il sistema giudiziario nei Valdostani, come in tutte i cittadini, viene sempre percepito come ingiusto se per loro risulta spiacevole, disdicevole. Tuttavia occorre tenere presente che ci son o cose spiacevoli che non ledono il sistema giudiziario. Anziché parlare di percezione della giustizia, a mio avviso è più corretto parlare di percezione del sistema giudiziario. In qualsiasi paese il Magistrato è percepito dal 50% delle persone bene e dal 50% delle persone male; è molto difficile per chi ha torto accettare il fatto con spirito socratico. Preferisco essere concreto e rendermi interprete autentico della realtà.»

Quindi qual è il suo punto di vista sulla realtà valdostana? «L'opinione pubblica è una realtà sfuggente, quello che posso dire della percezione valdostana del sistema giudiziario è determinato da fatti concreti. Per esempio il Palazzo di Giustizia di Aosta è tra i primi in Italia in termini di rapidità delle soluzioni giudiziarie. La celerità delle procedure lo contraddistingue.»

Tuttavia per la maxi inchiesta sulle fontine adulterate, andata in prescrizione giorni fa dopo 7 anni di indagini, dieci complessivi di procedimento, un processo di primo grado senza mai arrivare al dibattimento, i tempi sono stati notevoli, in più non è stata fornita alcuna risposta in merito al costo della traduzione dal patois all'italiano dalla responsabile Dott.ssa Catena Ragno: «Quando un fascicolo esce dal mio ufficio io non ne sono più responsabile e non posso dire nulla.»
Il procuratore capo Dott. Fortuna ha aggiunto: «Tribunale e Procura procedono in modo differente. Procedere speditamente è essenziale, tuttavia, quanto ciò possa appagare i valdostani non è possibile valutarlo. Chi ha subito un torto, per quanto possa percepire la rapidità delle procedure, avrà in ogni caso una sua ottica».

Qual è il suo obiettivo? «Un palazzo di Giustizia dovrebbe trasmettere il senso di fiducia negli organi istituzionali del Paese, nelle leggi della Repubblica  e nella Costituzione Italiana. Anche in una Regione come la Valle d'Aosta, a statuto speciale, il sistema giudiziario è una dimensione che sta al disopra. Deve percepire e pretendere il rispetto della Costituzione e di un corretto controllo nella piena legalità a partire dall'azione dell'Amministrazione. La Magistratura  deve controllare che tutto avvenga nel rispetto delle regole. Mi auguro che questo sia stato recepito anche ad Aosta e confido di farlo recepire. Il mio obiettivo è quello di agire nel pieno controllo della legalità e conformemente a quanto stabilito dalla Costituzione della Repubblica.»
Sull'argomento Aostaoggi.it ha attivato un sondaggio votabile tramite app gratuita

Laura Uglietti

Altre news di attualità

  • Bilancio positivo per la Settimana della legalità in Valle d'Aosta
    AOSTA. Tempo di bilanci per la prima edizione della Settimana della Legalità e della Prevenzione organizzata in Valle d'Aosta dal 14 al 18 gennaio scorsi. Il risultato, dice l'assessore regionale alle politiche sociali Mauro Baccega, è positivo: «Le iniziative hanno riscontrato enorme successo sia come pubblico partecipante che come interesse per le tematiche affrontate».
  • Caro autostrada, Marquis: non ci sono novità
    AOSTA. Nessuna notizia in arrivo per i valdostani e gli automobilisti che si confrontano quotidianamente con il caro pedaggi autostradali. In II Commissione consiliare oggi sono stati auditi i due parlamentari della Valle d'Aosta e i vertici di Rav e Sav, le due società che gestiscono i tratti di A5 entro i confini regionali. Il risultato è che «non ci sono novità», come riferisce il presidente della Commissione Pierluigi Marquis.
  • Les Valdôtains rendent visite aux émigrés de Paris à l'occasion du 95e Arbre de Noël de Paris
    AOSTE. À l'occasion de la 95e édition de l'Arbre de Noël, la communauté valdôtaine, à travers les représentants de ses Institutions, a rencontré à la Maison du Val d'Aoste de Paris, les responsables des Sociétés d'émigrés valdôtains : Aldo Daudry et Jean-Pierre Martin Perolino, Président et Ancien Président du COFESEV et de l'Union Valdôtaine Dauphiné-Savoie, Jean-Baptiste Pedretti et Roger Dujany, Président et Président de l'Association sportive de l'Union Valdôtaine de Paris, Gérard Schrepfer et Pierre Bich, Président et Secrétaire de l'Association des Levalloisiens d'Origine valdôtaine, Alain Tavano Blanc, Président de l'Union Valdôtaine de Lyon et, enfin, Jacqueline David Viérin, Président de l'Association Valdôtaine de Savoie.
  • Aperte le iscrizioni al corso per il patentino fitosanitario
    AOSTA. Sono aperte fino al 31 gennaio le iscrizioni al corso base organizzato dell'assessorato regionale all'agricoltura per ottenere e rinnovare il certificato di abilitazione all'uso e all'acquisto di prodotti fitosanitari (il cosiddetto "patentino"). Le lezioni si svolgeranno presso la sala riunioni della cooperativa Cofruits a Saint.Pierre ed è aperto ai titolari o dipendenti di aziende agricole o di ditte che gestiscono il verde.
  • Confermata la chiusura per 2 anni del Traforo del Monte Bianco
    COURMAYEUR. Il Traforo del Monte Bianco dovrà chiudere completamente al traffico per lavori di manutenzione straordinaria che dureranno circa due anni. La Società italiana del tunnel lo ha confermato in una lettera inviata al governo regionale in risposta alle richieste di informazioni inviate dopo che l'ipotesi di costruzione di una seconda galleria è tornata d'attualità.
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075