Inail, in calo le denunce di infortuni sul lavoro in Valle d'Aosta

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Inail

AOSTA. Sono in calo le denunce di infortuni registrate in Valle d'Aosta dall'Inail. Nel rapporto sull'attività del 2018, con dati riferiti all'anno precedente, le denunce risultano 1.603, in calo dello 0,56 per cento rispetto al 2016 e del 2,43 per cento sul 2015.

Le denunce di infortunio sul lavoro sono 1.404 (in calo del 3,11 per cento), di cui 199 per infortuni in itinere, con oltre 30mila giornate di inabilità totali (lo 0,25% del dato complessivo nazionale). Tre i casi di morte sul lavoro. Ci sono poi 73 denunce per malattie professionali (+1,39% nel triennio) ed in 30 casi la causa lavorativa è stata riconosciuta dall'Inail. Nel rapporto vengono inoltre menzionati sette lavoratori deceduti per malattia professionale (erano 12 nel 2015).

Qualche altro dato sull'attività della sede di Aosta dell'Istituto nazionale: nel 2017 risultano 10.371 posizioni assicurative per la gestione industria e servizi (lo 0,27 per cento del dato nazionale), in leggero aumento rispetto al 2016; la cosiddetta massa salariale soggetta a contributo si aggira sui 928,4 milioni di Euro; l'ammontare dei premi accertati (oltre 19 milioni di Euro) e dei premi incassati risultano in calo rispettivamente. Calano inoltre gli indennizzi per inabilità temporanea mentre aumentano del 62,5 per cento quelli legati alle malattie professionali.

Infine la parte legata ai controlli. Quasi tutte le aziende sottoposte a verifiche (61 su 65) sono risultate non in regola con circa 109 mila euro di premi omessi.



 

Clara Rossi