Capelli (Slc Cgil Valle d'Aosta): speranza per possibili nuove assunzioni di Poste Italiane

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poste italianeAOSTA. Il ritorno ad Aosta del centro di smistamento di Poste Italiane è "di buon auspicio" per possibili nuove assunzioni. Ne è convinta Barbara Capelli, segretario generale di Slc Cgil Valle d'Aosta.

La decisione di far tornare in Valle il servizio dagli inizi di febbraio, spostandolo quindi dalla sede scelta a Torino, "non può che essere accolta positivamente" perché "accende anche un barlume di speranza su possibili assunzioni, per ora non ancora contemplate da Poste Italiane, ma che comunque noi vediamo come un primo passo che fa sperare".

Secondo Scl Cgil "non aveva alcun senso logico che la posta della Valle d'Aosta andasse a Torino per poi ritornare in Valle".

 

 

 

 

 

E.G.