Il teatro fuori dal teatro... al Castello Gamba di Châtillon

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Castello GambaCHATILLON. Il 20 gennaio 2019 appuntamento con un evento inedito all'interno dello spazio museale del Castello Gamba di Châtillon: una performance che vuole raccontare l'uomo moderno e la sua identità in un dialogo con le opere di arte moderna e contemporanea.

Box Ch 24 è un progetto della compagnia Qu.bì, ideato, sceneggiato e diretto da Gilles Cheney, con la collaborazione di Elvis Pernet (scenografia e costumi), Rocco Andreacchio (luci) e Alessio Zemoz (comunicazione). L'idea è di portare le arti performative fuori dai confini del teatro per sperimentare realtà diverse e incontrare un pubblico più vasto. Fulcro della performance sarà infatti una “scatola” – box appunto -, reale o mentale, che diventa il luogo del racconto di una parte della realtà umana, quella nascosta e ricercata.

L'evento vedrà la partecipazione attiva di Chiara Armand, Vanessa D'Agostino, Alexine Dayné, Stephania Giacobone, Loredana Iannizzi, Tamara Malgaroli, Silvio Pepino e Tiziana Valore e avrà uno svolgimento ciclico lungo tutto il pomeriggio – dalle 13 alle 19 -, nell'intento di coinvolgere il visitatore che si troverà immerso nella rappresentazione stessa e potrà cogliere, secondo una personale visione, alcuni particolari momenti dell'azione scenica. Come normali visitatori del museo, i performer si confonderanno con il pubblico che si sentirà così partecipe in un continuo gioco di alternanze, di straniamento e di curiosità costanti.

Box Ch 24 intende parlare di ognuno di noi, della frammentarietà dell'essere umano, del mondo esterno con cui si trova quotidianamente confrontato e di quello interno, la comfort zone, con il quale deve dialogare.

Si tratta di un'iniziativa inedita per il Castello Gamba, che costituisce, attraverso forme di linguaggio nuove, l'occasione di avvicinare il pubblico in maniera unica e originale al patrimonio culturale della Regione.

 



redazione