.

Quasi 11mila visitatori al Marché au Fort 2021

Esauriti i voucher dei Sapori Valdostani

 

Marché au Fort

Chiude con un bilancio positivo l'edizione 2021 del Marché au Fort organizzato lo scorso fine settimana a Bard. Secondo i dati forniti dall'amministrazione regionale, 10.800 visitatori hanno visitato il borgo e il Forte nei due giorni di manifestazione dedicata alle aziende agroalimentari della Valle d'Aosta. Nella giornata di domenica il picco, con 7.300 presenze rilevate; gli altri 3.500 visitatori conteggiati hanno scelto il sabato per partecipare al Marché.

Quest'anno all'iniziativa hanno aderito 65 aziende delle diverse filiere: salumi, formaggi, carni, vini, produzioni ortofrutticole, miele, prodotti da forno e prodotti dei regimi di qualità (Dop, Dop, Pat, Ig) e biologici.

«L'alto afflusso di visitatori ha dimostrato, ancora una volta, l'interesse e l'attrattività del nostro settore enogastronomico, che è espressione di prodotti di alta qualità, radicati sul territorio e legati alle tradizioni», commenta l'assessore regionale all'Agricoltura, Davide Sapinet. «Il Marché au Fort ha il grande pregio di dare visibilità alle nostre aziende, anche a quelle più piccole, che per la nostra regione sono una vera ricchezza, di impegno, passione, di storie personali e familiari. Mi auguro che questo buon riscontro sia un incoraggiamento dopo due anni di difficoltà e preoccupazioni legate alle restrizioni e alla forte frenata delle vendite. Ora - conclude Sapinet - ci aspettano altri eventi autunnali, l’occasione per continuare ad accompagnare la riprese promuovendo l’ampia gamma dei prodotti valdostani».

Esauriti i voucher della Chambre

Positivo anche il riscontro per l'iniziativa Sapori Valdostani della Chambre Valdôtaine. I 1.400 buoni da 15 Euro utilizzabili per l'acquisto di almeno 50 Euro di prodotti sono stati tutti distribuiti. Piemontesi e lombardi sono coloro che hanno maggiormente apprezzato l'iniziativa e i prodotti "made in VdA". In generale i turisti da fuori Valle hanno effettuato, secondo una prima analisi, l'82% degli acquisti. L'evento inoltre ha attirato visitatori dall'estero, Svizzera e Francia soprattutto. Un 15% circa degli acquisti infine è stato effettuato da valdostani

«Si tratta certamente di un risultato positivo – afferma Roberto Sapia, presidente della Chambre - complice l’evoluzione della situazione pandemica, i risultati, sia in termini di presenze sia soprattutto in termini di acquisti, sono positivi. Parliamo infatti di un aumento di circa il 30% rispetto al risultato dello scorso anno per quanto riguarda la spesa minima generata per le imprese ed i buoni spesa messi a disposizione dei visitatori sono andati esauriti nonostante avessimo previsto un aumento di 200 tagliandi rispetto allo scorso anno. È un risultato, se guardiamo anche la provenienza di coloro che hanno fruito dei buoni prodotto, incoraggiante - aggiunge Sapia -, che deve essere da stimolo per continuare a lavorare al fine di far conoscere ed acquistare le eccellenze del territorio anche fuori dai confini regionali».

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it