.

Cambio Musica 2022: con Disseminazioni l'inno è alla cura

Al via il 6 maggio la rassegna della Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale. I concerti sono dodici.

 

Disseminazioni è il titolo della XIX edizione di Cambio Musica - Maggio - Giugno, la rassegna organizzata dalla Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale. 

Un inno al dinamismo e a quella metamorfosi che dovrebbe essere caratteristica essenziale di ogni forma di educazione: dal 6 maggio al 18 giugno SFOM (Scuola di Formazione e Orientamento Musicale) e Scuola Suzuki porteranno i propri valori su tutto il territorio aostano in dodici concerti.

 cambio musica 1536x1407 3

Innanzitutto il seme che, come evidenzia il coordinatore SFOM Enrico Montrosset, è «frutto potenziale, forza vitale di cui è bene avere cura come dei tanti allievi che si affacciano per la prima volta alla complicata meraviglia della musica». E così in Cambio Musica si raccoglie in maniera ricca e plurale ciò che si è seminato durante l’anno, continuando a nutrire passione, motivazione e conoscenza. Un esempio? Giro, giro il mondo, un progetto che unirà ad Arvier in un campus residenziale l’Atelier archi della SFOM, l’Orchestra Suzuki Junior, le percussioni Sfom e il Choeur d’Enfants. E a questo viaggio musicale inclusivo prenderanno parte, nel concerto conclusivo del 29 maggio, anche le scuole primarie che hanno aderito al progetto Chariots de sons attivato dalla rete Suite.

Il senso del nutrimento per Fondazione Maria Ida Viglino è quello culturale, famelico, non contempla la sazietà ma, anzi, cresce addentrandosi nella «complicata meraviglia della musica»: lo dimostrano i numerosi workshop attivati. A partire da quello de Il disadattato e la sua orchestra, una super band di ottoni che regalerà tra il 6 e l’8 maggio due giorni di seminario intensivo a Gressan, fino al workshop tenuto il 18 e 19 maggio dall’organista di fama internazionale Alessio Corti che lavorerà con gli allievi sul nuovo organo della chiesa di Santa Croce e sullo storico organo della Cattedrale di Aosta.

 

Ma Corti non è l’unico gigante della musica ad arrivare ad Aosta per Disseminazioni. Tra i grandi ospiti anche Enrico Gabrielli, tra i fondatori dei CALIBRO 35, che si esibirà con la Rock & Sfom Jazz Orchestra il 27 maggio nell’Auditorium di Aymavilles, e Daniele Furlati, allievo e stretto collaboratore del maestro Ennio Morricone, che il 22 maggio assieme ad altri musicisti valdostani proporrà un frizzante tributo a John Williams;.

 

Nella sua diciannovesima edizione Cambio Musica è poi presenza sul territorio. «Le disseminazioni implicano la presenza diffusa sul territorio, nostro terreno germinale - specifica Montrosset -; implicano l’essere presenti nei luoghi e per i luoghi, ascoltarli e dirli, farli risuonare in maniera adeguata e creativa». 

Tra gli spazi protagonisti della rassegna vi saranno le strutture dell’Esercito Italiano: in occasione dei 150 anni della Fondazione delle Tuppe Alpine sono messi in programma lì ben otto concerti dei dodici del cartellone. E così l’eclettico Castel Cantore dei primi del Novecento si riempirà di musica grazie al rinomato Coro Canto Leggero (15/5, agli esploratori del folk Thar Na Mara (21/5), a Shakespeare assieme all’Ensemble Musica Antica Sfom (28/5), alla vibrante Sfom Stringband (3/06), alle percussioni di Sfom, Conservatoire de la Vallée e Conservatorio “Rossini” di Pesaro (4/06) e alla celeberrima Taxi Orchestra (18/06)

 

Infine la varietà, la capacità di abbracciare mondi ed estetiche diverse. Il cartellone spazia dalla musica antica a quella tribale, dalla folk alla classica, dal rock al jazz, dalla musica popolare a quella da teatro. E lo fa attraverso organici sempre differenti.

 

Per ogni dettaglio e per la prenotazione, obbligatoria, visitare il sito Fondazionemusicalevda.it.



Veronica Pederzolli

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it