.

L'espressionismo svizzero protagonista al Museo Archeologico Regionale di Aosta

Al Mar di Aosta i capolavori provenienti da tutta l’area geografica elvetica in collaborazione con il Kunst Museum di Winterthur

 

Museo Archeologico Regionale


Sarà inaugurata venerdì prossimo, alle ore 18, la mostra "Espressionismo svizzero. Linguaggi degli artisti d’Oltralpe" allestita al Museo Archeologico Regionale fino al 23 ottobre 2022.

Aosta ospita per la prima volta in Italia una mostra d’eccezione, frutto della collaborazione scientifica con uno dei più importanti musei d’arte elvetica: il Kunst Museum di Winterthur. Grazie ai prestigiosi prestiti provenienti dal Kunst Museum di Winterthur e da una serie di importanti nuclei collezionistici museali e privati svizzeri, la rassegna riunisce per la prima volta capolavori provenienti da tutta l’area geografica elvetica, includendo sia il Ticino sia la zona della Svizzera francese, fino ad ora poco conosciuti dal grande pubblico.

"Espressionismo svizzero. Linguaggi degli artisti d’Oltralpe" è promossa dall'assessorato regionale Beni culturali e curata da Daria Jorioz, Andrea Lutz e David Schmidhauser.

«Ci auguriamo - commenta l'assessore Jean Pierre Guichardaz - che questa iniziativa di ampio respiro possa essere apprezzata da un ampio pubblico, composto non solo dai Valdostani, ma anche dai numerosi turisti, molti dei quali provenienti proprio dalla Svizzera, che frequentano la nostra regione, di cui apprezzano le bellezze naturalistiche ma anche l’importante offerta culturale. Ringraziamo il Kunst Museum Winterthur, con il direttore Konrad Bitterli, i prestatori di collezioni pubbliche e private per la loro generosità e la Kunsthalle Vogelmann, Städtische Museen Heilbronn, con il direttore Marc Gundel, che accoglierà l'autunno prossimo questa mostra in Germania».

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it