Saison Culturelle, continua "Il giro nel mondo in 50 film"

Otto film dal 31 marzo al 21 aprile

saison1415AOSTA. Continua la rassegna "Il giro nel mondo in 50 film" proposta nell'ambito della Saison Culturelle 2014/2015. Questi sono i prossimi appuntamenti in calendario. 
Martedì 31 marzo (ore 16 e ore 20) e mercoledì 1° aprile (ore 18 e ore 22)
Il segreto del suo volto di Christian Petzold
con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Nina Kunzendorf
Germania 2014 – 98 min
Dopo la guerra Nelly torna a Berlino, alla ricerca di suo marito che la crede defunta. Trovatolo, l'uomo la rifiuta per poi chiederle di vestire i panni della moglie, sperando così di impossessarsi dell'eredità della famiglia di lei. Nelly accetta... Dopo Barbara, dramma su una Germania ancora divisa dal muro, Petzold sceglie un altro ritratto di donna – interpretato dalla straordinaria Nina Hoss - per parlare di un'altra epoca e di un'altra storia di separazione. Un film coinvolgente con un finale indimenticabile.
 
Martedì 31 marzo (ore 18 e ore 22) e mercoledì 1° aprile (ore 16 e ore 20)
Hungry Hearts di Saverio Costanzo
con Adam Driver, Alba Rohrwacher
Italia 2014 – 109 min
New York, Mina e Jude si incontrano nell'angusto bagno di un ristorante cinese. Non e la situazione piu romantica ma i due s'innamorano e dalla loro relazione nasce un bambino. Convinta che suo figlio sia speciale, Mina decide di allevarlo secondo una dieta vegana e un contatto limitato con l'esterno. Jude la asseconda, fino a quando viene a conoscenza che il bambino e in pericolo di vita... Prendendo a spunto l'universo claustrofobico di Polanski, Costanzo realizza il suo film piu intimo e ossessivo.
Venezia 2014 - Miglior attore e attrice
 
Martedì 7 aprile (ore 16 e ore 20.10) e mercoledì 8 aprile (ore 18.10 e ore 22.10)
Biagio di Pasquale Scimeca
con Marcello Mazzarella, Vincenzo Albanese
Italia 2014 – 90 min
All'inizio degli anni Novanta in un'Italia sempre più dominata dal denaro, un uomo decide di vendere ciò che possiede, lascia la sua famiglia e la sua città, Palermo, per intraprendere la strada della povertà. Seguendo l'esempio di Francesco, Biagio attraversa la bellezza della natura e i bassifondi urbani con la stessa innocenza e speranza, per terminare il suo viaggio ad Assisi dove fonderà la sua Missione di Speranza e Carità. Scimeca – grande cantore di figure di siciliani sui generis – si china sulla storia di Biagio Conte per farne l'immagine di un altro modo di intendere e vivere la vita.
 
Martedì 7 aprile (ore 18 e ore 22) e mercoledì 8 aprile (ore 16 e ore 20)
Maraviglioso Boccaccio di Paolo Taviani, Vittorio Taviani
con Kasia Smutniak, Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca,
Italia, Francia 2014 – 120 min
XIV secolo, durante la peste che colpisce Firenze, dieci giovani si rifugiano in una casa di campagna e raccontandosi brevi storie d'amore, erotiche o drammatiche, e burle clamorose cercano di allontanare la paura della malattia e della morte. Dopo l'incursione nella dura realtà del carcere attraverso il filtro del teatro di Shakespeare, i fratelli Taviani si affidano al colorato universo di Boccaccio e a un cast composto di attori giovani e già affermati per raccontarci sotto metafora la condizione di un paese.
 
Martedì 14 aprile (ore 16 e ore 20) e mercoledì 15 aprile (ore 18 e ore 22)
Foxcatcher di Bennett Miller
con Channing Tatum, Steve Carell, Mark Ruffalo
U.S.A. 2013 – 129 min
Mark Schultz viene contattato dal miliardario John du Pont per formare una squadra di lotta libera che tenga alto l'onore americano ai giochi olimpici di Seul del 1988. Schultz coglie al volo l'opportunità, sperando di riuscire a uscire dall'ombra di suo fratello, ma si accorgerà che il miliardario non è l'uomo che sembra. Bennett Miller realizza un grande affresco americano, affidandosi alle grandi prove di Steve Carrell – che a tratti ricorda Norman Bates di Psyco – Mark Ruffalo e Channing Tatum.
 
Martedì 14 aprile (ore 18,15 e ore 22,15) e mercoledì 15 aprile (ore 16 e ore 20,15)
Timbuktu di Abderrahmane Sissako
con Abel Jafri, Hichem Yacoubi
Francia 2015 - 97 min
In una tenda nel deserto, vive Kidane con la moglie, la figlia e il loro pastore dodicenne Issan. La vicina città di Timbuktu, un tempo oasi di cultura e commercio, è oggi dominata dal regime di terrore imposto dalla polizia islamica. La famiglia sembra lontana da queste imposizioni, ma il loro destino muta tragicamente quando Kidane uccide il pescatore che aveva massacrato la sua mucca. Ispirato a una storia vera, ma bagnato in una luce da favola, Timbuktu – grande vincitore dei recenti Cesar - è un canto in favore della forza morale dell'uomo che si oppone alla cecità del potere.
Cannes 2015.
 
Martedì 21 aprile (ore 16 e ore 20,10) e mercoledì 22 aprile (ore 17,40 e ore 22)
L'amore bugiardo - Gone Girl di David Fincher
con Rosamund Pike, Ben Affleck
U.S.A. 2014 – 145 min
Nick Dunne decide di ritornare con la moglie Amy nella piccola cittadina natale del Missouri per aprire un bar. Quando il giorno del loro quinto anniversario la moglie scompare, l'uomo e sospettato dalla polizia e dai media. Costretto a dimostrare la propria innocenza, Nick rimette in discussione tutte le sue certezze. Come il romanzo da cui e tratto, Gone Girl e un'incursione nel lato oscuro del matrimonio, costruita per progressivi colpi di scena che spiazzano lo spettatore. Grandi le interpretazioni di Ben Afflect e Rosamund Pike.
 
Martedì 21 aprile (ore 18.30 e ore 22,30) mercoledì 22 aprile (ore 16 e ore 20,10)
Gemma Bovery di Anne Fontaine
con Fabrice Luchini, Gemma Arterton, Jason Flemyng
Francia 2014 – 99 min
Martin è un parigino bohémien riciclatosi, più o meno volontariamente, come panettiere in un paesino della Normandia. Delle sue ambizioni di gioventù gli rimane una fervida immaginazione e un amore mai sopito per la grande letteratura. Questa passione si risveglia quando una coppia di inglesi si trasferisce in un rustico nelle vicinanze, la giovane donna si chiama Gemma  Bovery! Martin si prodiga affinché il destino della coppia non segua la stessa trama del romanzo di Flaubert, ma la bella Gemma non ha letto i classici della letteratura e intende vivere la vita a modo suo...

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it