Lupo, Chatrian: indennizzi in arrivo entro fine mese

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

lupoAOSTA. Lo sblocco dei risarcimenti per i danni causati dai lupi è una delle misure annunciate dal governo valdostano dopo l'episodio della notte di Capodanno a Issogne, dove sono stati trovati morti 26 agnelli e 2 pecore.

Dai monitoraggi compiuti sul territorio nel corso del 2018 si stima che in Valle d'Aosta siano presenti quattro o cinque branchi composti ognuno da cinque o sei lupi. Le mappature genetiche inoltre indicano che non ci sono esemplari ibridi.

«La criticità c'è, va affrontata e non sottovalutata» ha detto l'assessore all'ambiente, Albert Chatrian, annunciando l'erogazione entro fine mese degli indennizzi totali agli allevatori e l'adesione della Valle d'Aosta al progetto Life 2019-2024 che mette a disposizione mezzo milione di euro di fondi prevalentemente europei. Le nuove risorse economiche consentiranno di agire su quattro fronti, ha spiegato Chatrian: l'allestimento di squadre di pronto intervento, l'assistenza tecnica, la formazione del personale e la comunicazione. Martedì è intanto previsto un tavolo tecnico con l'Arev per discutere della situazione.

Sulla questione lupo «bisogna fare fronte comune. Cercheremo di fare rete con le altre regioni dell'arco alpino», ha aggiunto l'assessore all'ambiente.



Elena Giovinazzo