Programma di Sviluppo Rurale, il 1° febbraio riaprono due bandi

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

AOSTA. Il prossimo 1° febbraio riapriranno i termini per la presentazione delle domande relative a due bandi del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020.

Per quanto riguarda l'intervento 4.2 (investimenti per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli) i contributi riguardano l'acquisto, la costruzione, la ristrutturazione, l'ampliamento e l'ammodernamento di fabbricati e le relative opere edili e impiantistiche; l'acquisto di impianti, arredi e attrezzature, inclusi i programmi informatici; la realizzazione e il miglioramento degli impianti per la produzione di energia elettrica (biogas, eolico, fotovoltaico e idroelettrico) o termica (solare e biomasse), nei limiti dell’autoconsumo. L'aiuto raggiunge il 40% delle spese ammesse; per le domande c'è tempo fino al 20 aprile 2019 tramite lo Sportello Unico Agricoltura dell'assessorato regionale al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali.

Per l'intervento 3.1 di sostegno agli agricoltori e alle associazioni di agricoltori per la prima partecipazione ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari riconosciuti a livello comunitario (DOP, DOC, prodotti da agricoltura biologica, indicazione geografica delle bevande spiritose, Sistemi di Qualità Nazionale), le domande vanno presentate entro il 31 ottobre prossimo rivolgendosi sempre al S.U.A.. Gli aiuti sono destinati alla copertura dei costi di certificazione e di eventuali analisi previste dal disciplinare di produzione e dal piano dei controlli.

 

 

 

redazione