Sanità, aggiornati i LEA. Baccega: valutato il fabbisogno sanitario dei valdostani

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

sanitàAOSTA. La giunta regionale della Valle d'Aosta oggi ha approvato alcune modifiche ai L.E.A., i Livelli Essenziali di Assistenza, ovvero quelle prestazioni che la sanità pubblica garantisce ai cittadini o gratuitamente o con il pagamento di un ticket. 

La delibera elaborata dall'assessore alla sanità toglie alcune prestazioni finora erogate sotto forma di L.E.A. aggiuntivi regionali e le aggiunge ai  L.E.A. ordinari. Tra queste ci sono per esempio le protesi dentarie, le cure odontoiatriche, i materiali di medicazione per le lesioni vascolari o da decubito e per ferite chirurgiche complicate.

L'atto inserisce inoltre tra i L.E.A. ordinari alcune «prestazioni che esigono di disposizioni regionali per la loro effettiva erogabilità - spiega l'assessore Mauro Baccega -: è il caso degli specifici ausili, protesi e ortesi e degli ausili per la terapia circolatoria (supporti per arti superiori e inferiori per linfedema)».

«Le disposizioni approvate dalla Giunta regionale - aggiunge l'assessore - sono il risultato di un lungo e articolato percorso che ha richiesto un'approfondita analisi delle disposizioni nazionali in materia, una ricognizione complessiva della disciplina regionale ad oggi vigente, puntuali valutazioni circa i fabbisogni sanitari della popolazione valdostana svolte con la collaborazione dell'Azienda USL Valle d'Aosta, nonché una dettagliata quantificazione economica relativamente alle singole prestazioni erogabili.

La delibera riguarda anche altri tipi di prestazione come la procreazione medicalmente assistita (PMA), le prestazioni odontoiatriche e quelle di medicina fisica e riabilitativa strumentale, e aumenta di circa 1 milione di euro la spesa per finanziare ulteriori prestazioni rivolte ai soli residenti in Valle d'Aosta.

«Tra le estensioni - spiega a tal proposito l'assessore Mauro Baccega - si annoverano, in particolare, l'erogazione di specifici dispositivi per la misurazione della glicemia a pazienti adulti e anziani, di prestazioni per la cura della sindrome fibromialgica, di specifici ausili per gli apparati uro-intestinali, di quantità aggiuntive di ausili monouso per l'incontinenza rispetto ai quantitativi ordinari e del vaccino per i volontari in missione».

 

 

 

 

Clara Rossi