Anche in Valle d'Aosta la Protesta dei pesci di fiume

Pin It

Protesta dei pesci di fiumeAOSTA. Sabato prossimo, 25 gennaio, in tutta Italia ci sarà la Protesta dei pesci di fiume, giornata di sit-in per la salvaguardia dei territori di montagna e "contro il proliferare 'selvaggio' delle centraline del mini-idroelettrico". Il Cottus Gobio, comunemente detto Scazzone, è il simbolo dell'iniziativa.

La protesta si svolgerà dalle Alpi agli Appennini, inclusa chiaramente la Valle d'Aosta. Tre gli appuntamenti in programma organizzati da Legambiente Valle d'Aosta e dal Comitato per la salvaguardia e la tutela di Cortlys, tutti aperti al pubblico: a Gressoney-La-Trinité per il torrente Lys in località Staffal alle ore 14, a Nus al torrente Saint-Barthelemy all'altezza della strada statale alle ore 14.15 e ad Aosta al torrente Buthier all'altezza del ponte all'Arco d'Augusto, alle ore 15.30.

"Questi sit-in vogliono riportare l'attenzione del Ministero dell’Ambiente sulla questione dell’idroelettrico - spiega Legambiente -. Lo scorso anno, il Decreto FER-1, pur mantenendo gli incentivi agli impianti idroelettrici nei corsi d’acqua naturali, li ha condizionati al rispetto di alcuni criteri a carattere ambientale. La manifestazione chiede al Ministro di garantire il più rigoroso rispetto di tali criteri nella concessione di incentivi".

Secondo l'associazione "l’incentivo di Stato è la causa principale del moltiplicarsi delle centraline e della corsa senza regole alla concessione ai prelievi idrici, che si spinge fin nei piccoli torrenti di montagna, ancora integri nella loro naturalità. Proprio su questi corsi d’acqua minori, la proliferazione di impianti idroelettrici costituirebbe una violazione della Direttiva Quadro Acque e causerebbe negli ecosistemi acquatici offese ambientali irreversibili con pesante pregiudizio per la biodiversità. Esporrebbe infine il nostro Paese ad una probabile nuova Infrazione Comunitaria".

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it