'Equipe medica contagiata da Coronavirus': l'Azienda Usl smentisce

Pin It

Per chirurgo, anestesista ed infermiere che dovevano operare un paziente Covid 'il risultato degli esami è negativo'

Usl Valle d'Aosta

AOSTA. Il chirurgo, l'anestesista e l'infermiere che si stavano apprestando ad operare un uomo risultato positivo al Coronavirus "non sono stati contagiati". La dichiara in una nota l'Azienda Usl della Valle d'Aosta.

"In esito al “tampone” al quale sono stati sottoposti tre operatori sanitari venuti a contatto con un paziente affetto da Covid-19 nella fase preparatoria di un intervento chirurgico nei giorni scorsi", si legge, "si comunica che il risultato, per tutti e tre gli esami, è negativo. Pertanto, contrariamente a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, gli operatori sottoposti a tale diagnostica in seguito a tale evento non sono affetti da Covid-19 e possono proseguire nella loro opera professionale".

A proposito del fascicolo aperto dalla Procura di Aosta per epidemia colposa aggravata (il paziente da sottoporre all'operazione ha taciuto sui sintomi influenzali di cui soffriva da qualche giorno), l'Ausl spiega che "le conseguenze penali dell’evento in capo al paziente, esse sono di competenza dell’Autorità Giudiziaria inquirente, che ha già aperto un fascicolo, trattandosi di reato procedibile d’ufficio".

L'Azienda Usl si dice "a disposizione della Magistratura per qualsiasi collaborazione quest’ultima dovesse ritenere necessaria o anche solo opportuna, come sempre ha fatto e come è suo preciso dovere fare".

 


redazione

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it