Covid-19, il laboratorio di Aosta sommerso di tamponi. E l'ospedale di Torino si tira indietro

Pin It

Sono quasi 300 i test in attesa di risultato. Nebiolo: valutare quanti tamponi fare nei prossimi giorni

 

Coronavirus

AOSTA. Il bollettino delle 18 diffuso questa sera dalla Regione contiene, nella sua drammaticità, una piccola nota positiva: il numero di casi Covid-19 nella nostra regione è sostanzialmente stabile. A ben guardare, però, il dato non è buono come sembra.

Se il numero di contagiati non è cresciuto infatti è anche per le ridotte capacità del laboratorio di analisi che la Valle d'Aosta è comunque fortunatamente riuscita ad attivare nei giorni scorsi con enormi sforzi e con 24 ore di anticipo sulle previsioni. Quel laboratorio non è stato in grado finora di gestire tutta la quantità di test che si stanno effettuando nella nostra regione. Oggi il direttore sanitario dell'Usl Nebiolo ha annunciato che la capacità è stata raddoppiata a circa 120 al giorno. Basterà per coprire il numero di tamponi che saranno effettuati nei prossimi giorni e per smaltire l'arretrato?

Bisogna considerare che finora nell'attività di analisi è stato fondamentale il supporto dell'Amedeo di Savoia di Torino che negli ultimi giorni ha continuato ad esaminare parte dei nostri tamponi. Oggi però l'ospedale torinese ha letteralmente rimandato indietro i tamponi arrivati da Aosta, compresi quelli effettuati nelle microcomunità per scovare il prima possibile eventuali positività tra gli anziani. Motivazione: il carico di lavoro è eccessivo pure per loro e non sono più in grado di gestire anche le nostre richieste.  

Il bollettino regionale di mercoledì indicava 185 tamponi in attesa. Ieri sera ne risultavano 246. Questa sera quasi 300. Cioè quasi 300 casi sospetti di Coronavirus. E più tempo si impiega a scoprire una positività, più tempo occorre per attivare le cure e i necessari isolamenti e più si rischia che i contagi continuino a diffondersi. 

A questo punto «dobbiamo riflettere su quanti tamponi eseguire nei prossimi giorni», la considerazione del dottor Nebiolo.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it