Coronavirus, l'allarme dell'usl Valle d'Aosta: mancano i farmaci in Rianimazione

Stanno per finire anche le sostanze utilizzate dal laboratorio che analizza i tamponi

 

ospedale U. Parini

AOSTA. Dopo i dispositivi di protezione individuale, ora l'Azienda Usl della Valle d'Aosta segnala una carenza di farmaci utilizzati nel reparto di Rianimazione per la sedazione e la ventilazione dei pazienti intubati e di sostanze utilizzati dal laboratorio che analizza i tamponi per il Coronavirus.

"È in corso una carenza di farmaci curarici e di sedativi e ipnotici", spiega l'azienda sanitaria. "Inoltre, sono in via di esaurimento anche le sostanze reagenti impiegate dal laboratorio analisi cliniche per i test su Covid-19".

"Questa situazione di grave difficoltà – dice Pier Eugenio Nebiolo, direttore sanitario - è analoga a numerose strutture sanitarie e ospedaliere in tutta Italia. Per fronteggiare questa criticità abbiamo attivato tutti i canali di approvvigionamento a livello nazionale e internazionale e stiamo valutando ogni possibile soluzione e alternativa. Purtroppo, rischiamo di dover affrontare anche possibili rallentamenti nell’attività delle strutture interessate".

.

 E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it