Sul bonus di 100 euro è scontro tra Fp Cgil e Usl Valle d'Aosta

Pin It

Trovero accusa l'usl di 'poca sensibilità nei confronti dei dipendenti' mentre l'Usl conferma che la somma sarà erogata a giugno

 

sanitariAOSTA. È scontro tra Fp Cgil e l'Azienda Usl della Valle d'Aosta sul bonus di 100 euro in busta paga del governo. Al centro della querelle c'è la tempistica di erogazione della somma al personale dipendente sanitario.

"Ancora una volta - accusa il sindacalista di Funzione Pubblica Pietro Trovero - l'Azienda ha dimostrato poca sensibilità nei confronti dei lavoratori". Il bonus deve essere versato "entro dicembre", ma secondo Fp Cgil poteva essere erogato subito. "Nessuno mette in dubbio che l'Usl dia i 100 euro, ma sarebbe stato un atto (soprattutto di riconoscimento) se l'Azienda avesse dato questi soldi subito. Invece come spesso accade emerge l'insensibilità dei vertici aziendali sanitari verso lavoratrici e lavoratori che tanto stanno dando alla comunità in questo periodo di emergenza. Troppo facile poi davanti a microfoni e a telecamere riempirsi la bocca con paroloni di encomi, se poi nelle azioni non è così", aggiunge Trovero.

Pronta la replica dell'Azienda Usl della Valle d'Aosta, che parla di accuse "incomprensibili" da parte di Funzione Pubblica. "Contrariamente a quanto dichiarato dalla Cgil, l'Azienda, con apposita comunicazione di servizio del 20/3/2020 indirizzata, tra l’altro, a tutte le Organizzazioni Sindacali, si era assunta l'impegno, che manterrà, di procedere all’erogazione in busta paga di detti importi non entro il mese di dicembre come previsto dalla legge, ma con il prossimo mese di giugno". 

L'erogazione, spiega ancora, l'Ausl, non sarà immediata a causa della "necessità di rispettare i tempi per la chiusura dei cartellini mensili e nell’assenza di chiare indicazioni che consentissero di evitare di dover riconoscere delle somme ai dipendenti per poi recuperare, a conguaglio, tutto o parte delle stesse". Inoltre "una prima circolare del 3 aprile, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito, in data successiva, che il premio in questione non spetta per le giornate del mese di marzo 2020 in cui i lavoratori hanno operato in modalità Smart Working o hanno fruito di ferie, di permessi, di congedi o di malattia".

In chiusura il commissario Angelo Pescarmona spiega che "l'azienda coglie l’occasione per ringraziare tutti i dipendenti che si sono impegnati e che si stanno impegnando in questo difficile momento garantendo che utilizzerà ogni mezzo ed ogni risorsa disponibile per riconoscere e premiarli per l’attività svolta".

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it