Sicurezza operatori sanitari, Lanièce: legge importante in periodo delicato

Il vicepresidente del gruppo per le Autonomie al Senato ha annunciato il voto favorevole al disegno di legge

 

ospedaleAOSTA. Via libera del Senato al disegno di legge che tutela della sicurezza degli operatori sanitari e socio-sanitari stabilendo anche pene aggravate per casi di aggressione, minaccia e comportamenti molesti.

Il gruppo Per le Autonomia ha votato a favore del provvedimento. Il vice presidente del gruppo Albert Lanièce intervenendo in aula ha sottolineato l'importanza della legge in questo periodo delicatissimo. "Le aggressioni e le violenze si verificano soprattutto in contesti di malfunzionamento del sistema sanitario - ha affermato -. Il Covid quindi ci ha solo dato un ulteriore motivo per migliorare la nostra sanità. Strutture adeguate proteggono il personale, ma sono anche luoghi dove la sanità può dimostrarsi efficiente, rimuovendo quindi una delle cause delle aggressioni".

Il provvedimento prevede la possibilità di attivare specifici protocolli con le forze dell'ordine per rendere più sicure le strutture in cui gli operatori lavorano. Questo è "un altro punto altrettanto importante", ha affermato il senatore, "soprattutto nelle ore notturne, nelle piccole strutture, che agiscono in contesti periferici".

"Il Covid - ha concluso Lanièce - ci ha insegnato che la sanità è uno dei pilastri per un Paese che vuole ritenersi tra i più avanzati al mondo. E ci ha insegnato anche il valore della nostra classe medica e degli operatori sanitari che, ogni giorno, lavorano per garantire la salute di tutti i cittadini".

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it