Valle d'Aosta, contributi a fondo perduto ai Comuni per la mobilità elettrica

La Regione finanzierà la realizzazione di aree di sosta e stazioni di ricarica sul territorio

 

e-mobilityAOSTA. I Comuni valdostani e le Unités potranno chiedere alla Regione dei contributi a fondo perduto per estendere le infrastrutture del territorio a supporto della micromobilità elettrica. L'obiettivo è supportare e incentivare la diffusione della mobilità sostenibile e dell'uso di veicoli che uniscono il basso impatto ambientale al ridotto consumo energetico.

A disposizione per ogni progetto ci sono fino a 50.000 Euro. I Comuni, come indicato nell'ultima legge regionale riferita all'emergenza Covid-19, possono richiedere le somme per progettare e realizzare aree di sosta per le biciclette e stazioni di ricarica per la micromobilità (monopattini, segway, hoverboard) da mettere a disposizione dei cittadini che privilegiano questi nuovi mezzi di spostamento all'uso dell'auto privata.

La Regione coprirà fino al 90 per cento della spesa purché l'intervento rispetti la bozza del piano regionale della mobilità e sia compatibili con i progetti europei in corso sul territorio.

La misura di sostegno alla mobilità elettrica è finanziata con 700.000 Euro totali.

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it