Sanità, Cgil Valle d'Aosta: liste di attesa sono un'emergenza

Il sindacato denuncia la 'sospensione delle prenotazioni, azione illegittima punibile per legge'

 

poliambulatorio di AostaAOSTA. "Oggi più di ieri le liste d'attesa sono un'emergenza su cui concentrare le forze e l'attenzione di tutti. Perché oggi a differenza di ieri dobbiamo fare i conti con uno tsunami di prestazioni che durante il lockdown sono state sospese e che ancora oggi attendono una risposta". Lo dichiara in una nota la Cgil Valle d'Aosta a proposito della attese per le prestazioni sanitarie.

"C'è una mole di prestazioni che va ad aggiungersi a quelle che ordinariamente si stanno prenotando in questi giorni e in queste ore, in un'organizzazione e in un contesto rallentato che deve comunque fare i conti con il Covid-19", evidenzia il sindacato.

"Denunciamo la sospensione delle prenotazioni, azione peraltro illegittima punibile per legge. È inaccettabile - prosegue Cgil - che i cittadini debbano mettere mano al portafoglio, ricorrendo a prestazioni a pagamento per aggirare i tempi d'attesa insostenibili. Chi non potrà permetterselo, continuerà ad attendere, rinunciando così a fare prevenzione e quindi a curarsi, con il rischio di compromettere la propria salute".

Secondo il sindacato "questa situazione, che si protrae da troppo tempo, inciderà inevitabilmente sul livello della salute della comunità".

 

 

E.G.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it