.

Comitato Nuovo Ospedale: sanità valdostana è in confusione

 

Roberto BarmasseAOSTA. Il Comitato per un nuovo ospedale intende incontrare l'assessore alla sanità Roberto Barmasse per discutere di problematiche riferite alla sanità e per presentare il Progetto Salute 2030. "Il tema non è solo Ospedale Nuovo, ma come organizzare al meglio il tema Salute di cui l'ospedale è un elemento, ma deve essere raccordato con l’altro punto carente dell’attuale servizio socio-sanitario e cioè la gestione del "territorio", spiega il Comitato.

Nei mesi scorsi è stata attivata una raccolta firme on line che "al momento ha raccolto circa 600 firme tra le quali anche quella del nuovo assessore alla Sanità, Roberto Barmasse, che aveva sottoscritto la piattaforma il 3 maggio", prima delle elezioni e dell'ingresso nell'attuale governo regionale.

Da allora, spiegano i promotori dell'iniziativa, i problemi sono cresciuti. Oggi l'ospedale è "al collasso" e la sanità valdostana è "in confusione" ed in più sono rimaste "una serie di sollecitazioni rimaste inevase in tutti i mesi estivi". Il comitato ne cita sei: la creazione di un efficiente servizio di epidemiologia per la gestione del fenomeno Covid; potenziare l’attività di “filtro” sul territorio; mantenimento delle attività diagnostico/terapeutiche per patologie non-Covid; liberare l’Ospedale Parini dai servizi amministrativi; portare al Parini il Dipartimento materno-infantile con un Pronto-Soccorso pediatrico che poteva diventare, temporaneamente, di backup in caso di recrudescenza Covid e utilizzare gli spazi liberati al Beauregard per un servizio a bassa intensità di cura.

"Il problema - sostiene il comitato - è che non è stata raccolta nessuna di queste idee e oggi ci troviamo nuovamente in “emergenza”. Pure dal punto di vista del personale le scelte effettuate lasciano molto a desiderare se si pensa che che è stato bandito nel corso dell’estate un concorso per 83 Infemieri Professionali e, alla fine, ne sono stati ammessi soltanto 66. Nonostante la forte esigenza e nonostante il fatto che tutti avessero superato la prova pratica ben 17 sono stati esclusi all’orale e ora si dovrà ribandire un nuovo concorso. Qualcuno pagherà per queste scelte decisamente illogiche?".

"L’incontro con il nuovo Assesore alla Sanità - conclude il comitato - vuole, quindi, riaprire un confronto che nei mesi scorso il Comitato aveva già avviato anche con le Organizzazioni Sindacali del comparto riscontrando molto punti in comune".

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it