Valle d'Aosta, in arrivo 60mila test antigenici Covid per lo screening di massa

 

Code per i tamponi

AOSTA. Il commissario straordinario dell'emergenza Covid-19 Domenico Arcuri ha dato il via libera all'invio ad Aosta di altri 60.000 kit per i test antigenici rapidi da utilizzare in uno screening di massa della popolazione della Valle d'Aosta.

L'iniziativa è rivolta a tutti i residenti sul territorio regionale, esclusi i bambini con meno di 5 anni e coloro che si trovano in isolamento o quarantena, che potranno decidere se sottoporsi al test che dunque non è obbligatorio, bensì su base volontaria. 

I dettagli organizzativi dipenderanno dal Dpcm che arriverà nei prossimi giorni, ma le questioni principali sono definite.

I promotori dell'iniziativa si aspettano l'adesione del 70 per cento dei valdostani, circa 84.000 persone. I Comuni, singolarmente o in gruppo, dovranno individuare le sedi adeguate in cui far confluire coloro che vorranno sottoporsi al tampone rapido. Le operazioni saranno gestite dal personale sanitario e dai volontari messi a disposizione degli enti locali che formeranno 153 squadre in grado di effettuare ogni giorno, secondo le stime, intorno ai 200 tamponi. In questo modo le operazioni saranno completate nell'arco di un fine settimana, da venerdì a domenica.

"Per la riuscita dell'iniziativa, oltre a un'adeguata comunicazione che renda massiva la risposta della popolazione, sarà indispensabile una forte sinergia tra Protezione Civile, Sanità, Enti Locali e Volontariato", affermano i promotori della campagna.

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it