Vaccino antinfluenzale, la nuova fornitura chiesta dall'Usl non arriverà

L'azienda produttrice non riesce a far fronte all'aumento della domanda. Intanto inizia la distribuzione di 3.700 dosi ai pediatri valdostani

 

VaccinoAOSTA. L'Azienda Usl annuncia di aver iniziato oggi la distribuzione ai pediatri di libera scelta della Valle d'Aosta delle 3.680 dosi di vaccino antinfluenzale nasale per i piccoli assistiti.

La consegna delle dosi "consentirà di migliorare le coperture vaccinali dei bambini (e di conseguenza di limitare la diffusione dell'influenza) e in particolare di aumentare l'offerta nella fascia compresa fra 6 mesi e 6 anni", spiega l'azienda sanitaria.

Sempre a proposito di vaccini contro l'influenza, l'Usl riferisce che le 27.000 dosi di vaccino per adulti consegnate alla Valle d'Aosta "sono state tutte assegnate ai medici di medicina generale per la somministrazione sul territorio" in risposta anche al netto incremento di adesioni. Infatti lo scorso inverno 2019/2020 i valdostani che aderirono alla vaccinazione furono 17.311 (secondo i dati del ministero della sanità) contro i quasi 30.000 dell'attuale campagna.

L'azienda sanitaria valdostana ha già inviato la richiesta di un'ulteriore fornitura di dosi che però non sarà esaudita. "La ditta produttrice ha comunicato che non potrà soddisfare l'istanza" in quanto "non è in grado di rispondere alla richiesta di incremento delle forniture". La stessa situazione coinvolge anche le altre Regioni, precisa l'azienda sanitaria.

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it