Covid-19, pronto il piano di vaccinazioni in Valle d'Aosta

Il 27 dicembre le prime somministrazioni simboliche. A metà gennaio arriverà il primo lotto di oltre 3mila dosi che saranno conservate all'ospedale Parini

 

l'ospedale Parini, hub per le vaccinazioni anti Covid-19AOSTA. Il prossimo 27 dicembre anche in Valle d'Aosta partirà la campagna di vaccinazioni contro il Covid-19. Per questo "vaccine day" saranno effettuate le prime venti sommistrazioni: una operazione simbolica e di sensibilizzazione dei cittadini. La vera e propria campagna inizierà a metà gennaio.

È l'Azienda Usl valdostana a spiegare più nel dettaglio le tappe delle vaccinazioni contro il virus che da mesi sta tenendo sotto scacco il mondo. 

Prime dosi a metà gennaio

Il primo lotto arriverà a metà gennaio 2021 e sarà conservato in appositi "frigoriferi" in grado di mantenere la temperatura di - 80°C necessari alla conservazione del prodotto. Le celle frigorifero saranno installate domani, mercoledì, all'ospedale regionale U. Parini di Aosta, individuato quale sede hub per la campagna.

Il primo lotto è composto da 3.334 dosi che saranno somministrate ad altrettante persone. Si tratta di una prima iniezione alla quale ne dovrà seguire una di richiamo trascorso un periodo di 19 - 23 giorni. "La ditta produttrice del vaccino ha garantito la fornitura delle dosi per il “richiamo” entro il termine previsto", spiega l'Usl valdostana.

Chi sarà vaccinato

Il Piano di vaccinazioni predisposto dall'azienda sanitaria è in linea con le disposizioni ministeriali ed è su base volontaria. La priorità è data agli operatori sanitari e in due giorni circa la metà del personale (si parla di un migliaio di persone) ha già dato l'assenso preventivo. Saranno poi vaccinati operatori e ospiti delle Rsa, medici di famiglia e pediatri di libera scelta, farmacisti e altre categorie tra cui gli operatori e gli ospiti delle strutture residenziali psichiatriche e per anziani e disabili, le strutture convenzionate come la clinica Isave Rv, i volontari del soccorso e della Cri, gli operatori Inail e Inps.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it