Dall'Isav di Saint-Pierre stop a nuovi pazienti Covid positivi

Sospesa per almeno un mese la disponibilità ad assistere ulteriori pazienti Covid dimessi dall'ospedale di Aosta. Regione e Usl attivano il piano B

 

Isav di Saint-PierreSAINT-PIERRE. La clinica Isav di Saint-Pierre non accoglierà più nuovi pazienti Covid dimessi dall'ospedale Parini. Con l'inizio del nuovo anno l'Istituto clinico ha deciso di sospendere per almeno un mese la disponibilità a ricevere altri pazienti e di limitare la sua attività a quelli già ricoverati.

La comunicazione dell'Isav a Regione e Azienda Usl è arrivata nella serata del 30 dicembre. La clinica ha spiegato di "non essere più in grado di ricevere nuovi pazienti Covid positivi, una scelta fatta per consentire il recupero psico-fisico dei propri dipendenti", riferisce l'assessorato regionale della sanità.

Attualmente sono una trentina i posti letto Covid occupati nella clinica. Questi pazienti non saranno trasferiti altrove in quanto Isav ha assicurato il mantenimento dell'assistenza fino all'avvenuta dimissione. Da oggi e per almeno un mese però nessun'altra persona Covid positiva arriverà a Saint-Pierre.

Secondo il "piano B" stabilito da Regione e Usl i pazienti dimessi dall'ospedale Parini, ma che hanno ancora necessità di cure, saranno da oggi trasferiti all'ospedale militare da campo che dispone di 20 posti letto. Quando la struttura militare sarà al completo i pazienti verranno indirizzati verso la micro di Variney riconvertita in struttura sanitaria con 33 posti letto. Come terza opzione, se ci sarà bisogno di altri posti ancora, i dimessi dal Parini andranno negli spazi riconvertiti della casa di riposo J.B. Festaz.

"Questi interventi garantiranno di compensare la sospensione degli inserimenti prevista da Isav per tutto il mese di gennaio 2021", afferma l'assessorato regionale della sanità. In seguito, dal 1° febbraio fino a metà marzo, in caso di necessità l'Isav ha dato la disponibilità alla riattivazione del reparto Covid con 35 posti letto.

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it