.

Covid, Valle d'Aosta in situazione di trasmissibilità non controllata

L'indice Rt schizza in alto e la Valle d'Aosta ritorna nello scenario di tipo 4

 

Heatmap del 45esimo monitoraggio

AOSTA. Da lunedì la Valle d'Aosta sarà in zona rossa. Il ministro della salute Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che formalizza per la Vallée il ripristino del lockdown "morbido" dalla prossima settimana per prevenire un'ulteriore diffusione dei contagi da Covid-19.

In base ai dati del 45esimo monitoraggio, nella settimana dal 15 al 21 marzo la Valle d'Aosta registra 296 nuovi contagi e segna un Rt puntuale medio di 1.75 con un valore minimo a 1.5 e un valore massimo di 2.03. Sono i dati più alti di tutta Italia. Si avvicinano soltanto la Calabria (con un range da 1.25 a 1.51), il Friuli Venezia Giulia con Rt a 1.23 (da 1.2 a 1.28) e il Veneto con 1.23 (da 1.2 a 1.26).

Con questo Rt la Valle d'Aosta è al momento l'unica regione accostata ad uno scenario di tipo 4 che corrisponde ad una situazione di trasmissibilità non controllata con criticità nella tenuta del sistema sanitario nel breve periodo. In base alle stime con questo tipo di scenario la crescita del numero di casi rischia di sovraccaricare i servizi assistenziali entro un mese o un mese e mezzo.

La valutazione complessiva di rischio è "moderata ad alta probabilità di progressione".

Oggi intanto è entrata in vigore l' che anticipa alcune restrizioni al fine settimana. Sempre oggi è prevista un'altra ordinanza sulle modalità di applicazione dei divieti della zona rossa dalla prossima settimana.

 

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it