.

Class action Astrazeneca, si attiva anche il Codacon Valle d'Aosta

«A rischio la salute dei soggetti che hanno ricevuto Astrazeneca pur essendo categorie a cui la somministrazione era sconsigliabile»

 

AOSTA. È attiva anche in Valle d'Aosta la class action lanciata dal Codacons sulla somministrazione del vaccino Astrazeneca contro il Covid-19 alle persone di età inferiore ai 60 anni.

«La situazione di totale incertezza e i continui cambiamenti nel piano vaccinale - afferma il Codacons - hanno di fatto messo potenzialmente a rischio la salute di quei soggetti che hanno ricevuto Astrazeneca pur essendo categorie a cui la somministrazione di tale vaccino era sconsigliabile. Errori, ritardi e repentini dietrofront da parte degli enti pubblici che aprono ora le porte ai risarcimenti in favore dei cittadini».

L'azione collettiva è rivolta agli under 60 che hanno ricevuto una o entrambe le dosi del vaccino Vaxzevria.

Codacons intende chiedere risarcimenti per il «danno non patrimoniale causato dalla paura di ammalarsi per avere ricevuto la somministrazione del vaccino Astrazeneca autorizzato dalle competenti autorità Italiane», per il «danno non patrimoniale-biologico, danno permanente o temporaneo, anche in termini di danno differenziale, riportato per essere stato sottoposto alla vaccinazione Astrazeneca, con riserva di indicazione e quantificazione specifica» e un indennizzo «previsto dalla Legge 201/92 a carico dello Stato per essere stato sottoposto a vaccinazione da cui è derivala la menomazione psicofisica permanente».

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it