Covid-19, servono posti letto in ospedale: deroghe alle procedure per gli anziani nelle Rsa

La Giunta regionale ha deciso di snellire l'iter per gli anziani dimessi dalle strutture sanitarie e di aumentare i posti letto nella micro di Donnas

 

Ospedale Parini

La Giunta regionale della Valle d'Aosta ha approvato alcune deroghe alle procedure che gli anziani dimessi dalle strutture sanitarie devono seguire per essere inseriti nelle microcomunità e nelle strutture socio-assistenziali del territorio. Il provvedimento è dovuto alla necessità di mantenere posti letto disponibili per i pazienti positivi al Covid-19 ricoverati in ospedale.

Roberto Barmasse, assessore regionale alla Sanità, spiega: «Per non compromettere lo svolgimento delle attività ordinarie, in particolare quelle chirurgiche, è necessario, tra l'altro, collocare tempestivamente le persone anziane in dimissione dall'ospedale e dalle Rsa e in attesa di un posto presso le strutture socio-assistenziali residenziali. Per tale motivo è stata rivista la procedura di inserimento e ridotti i tempi».

Oltre a facilitare le dimissioni, il governo regionale ha deciso di aumentare i posti letto nelle strutture del territorio. «Sono stati ampliati di 10 unità - spiega ancora l'assessore - i posti presso le microcomunità per anziani convenzionate con la Regione, ed in particolare con il Domus Pacis di Donnas».

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it