Covid, Schillaci: reintegro per il personale sanitario non vaccinato

Il Ministro della Salute: progressivo ritorno alla normalità nelle attività e nei comportamenti. Il bollettino nazionale Covid diventa settimanale

 

Ospedale

Il ministro della Salute Orazio Schillaci revocherà la sospensione dal lavoro del personale sanitario "no-vax". Gli uffici del ministero stanno già definendo un provvedimento per permettere al personale della sanità sospeso perché non vaccinato contro il Covid-19 di tornare al lavoro prima della fine dell'anno.

«In vista della scadenza al prossimo 31 dicembre delle disposizioni in vigore e della preoccupante carenza di personale medico e sanitario segnalata dai responsabili delle strutture sanitarie e territoriali - fa sapere il ministero -, è in via di definizione un provvedimento che consentirà il reintegro in servizio del suddetto personale prima del termine di scadenza della sospensione».

Il reintegro fa parte di un programma di «progressivo ritorno alla normalità nelle attività e nei comportamenti, ispirati a criteri di responsabilità e rispetto delle norme vigenti».

Nello stesso ambito il ministro Schillaci ha stabilito che il bollettino nazionale sui dati di diffusione del Covid-19 sarà «reso noto con cadenza settimanale» e non più giornaliera.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it