Salta la gara di biathlon a Bionaz. Operatori: così si genera confusione

Annullamento deciso dalla Fisi per l'emergenza Coronavirus

 

Biathlon

VALPELLINE. Nonostante le rassicurazioni da parte delle autorità sulla mancanza di presupposti per fermare le manifestazioni e gli eventi programmati in questi giorni in Valle d'Aosta, a Bionaz salta la gara di biathlon prevista nel fine settimana.

L'annullamento è la diretta conseguenza della scelta fatta dalla Fisi - Federazione Italiana Sport Invernali di fermare indistintamente tutte le gare direttamente organizzate e previste in settimana "per ragioni di cautela e massima precauzione" sull'interno territorio nazionale, quindi anche nelle regioni in cui (come nel caso della Valle d'Aosta) non ci sono casi confermati di Coronavirus.

La notizia è stata accolta con forti critiche dagli operatori di Bionaz e della Valpelline che si sentono penalizzati rispetto ad altri territori visto che lo stop alle gare non riguarda per esempio la Coppa del Mondo a La Thuile. 

"A Bionaz la Fisi ha sospeso la gara di Biathlon prevista per sabato e domenica in via precauzionale per evitare il diffondersi del Corona virus - commenta un gruppo di operatori della Valpelline -. La stessa Fisi ha detto che la gara di coppa del mondo di sci a La Thuile in previsione sabato e domenica si farà perché è organizzata dalla Fis (la Federazione internazionale di sci, ndr). La domanda nasce spontanea: il Coronavirus è in grado di capire se la gara è organizzata dalla Fis o dalla Fisi?".

"Per la gara di La Thuile si prevede l'arrivo di circa 15.000 persone mentre a Bionaz ne erano previste circa 400. La nostra più grande preoccupazione - aggiungono - è che una decisione così discrepante su un territorio così piccolo renda ridicole tutte le decisioni prese in questo momento riguardanti le misure di sicurezza, creando ancora più confusione di quella già esistente".

 

 

 

C.R.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it