.

Reuben Thompson vince il 57° Giro ciclistico della Valle d'Aosta

Sul podio anche Gianmarco Garofoli e Mattia Petrucci

 

Podio

Si conclude  con il successo del costante Reuben Thompson (Groupama FDJ) il 57esimo Giro ciclistico della Valle d'Aosta. Il neozelandese, oltre alla maglia gialla, conquista nche la maglia a pois di miglior scalatore. Alle sue spalle chiudono a 1' e 57" Gianmarco Garofoli (Development Team DSM) e a 3' e 28'' Mattia Petrucci (Team Colpack Ballan). In quarta piazza giunge un altro italiano, Omar El Gouzi (Iseo Rime Carnovali) mentre Floria Lipowitz (Tirol KTM) conquista la quinta piazza. Chiudono la Top Ten Martin Gutierrez (Eolo Kometa), Mulueberhan (Team Qhubeka), Balmer (Groupama FDJ), Van Der Beken (Lotto Soudal) e Hellemose (VC Mendrisio).

La gara ciclistica si è chiusa con la tappa Fénis - Cogne, 149 chilometri e quattro Gran Premi della Montagna.

Dopo le fatiche delle tappa di sabato e i giochi ancora aperti per l'assegnazione delle varie maglie, la corsa prende subito una piega ben definita, con i big a controllarsi. Grande protagonista della prima parte di gara è, in assoluto, il coraggioso Alessandro Verre (Team Colpack Ballan) che saluta tutta la compagnia, in solitaria, si aggiudica i GPM di Doues, di Verrogne e di Les Combes, mettendo nel mirino la conquista della maglia a pois di miglior scalatore. Purtroppo, però, le sue energie si esauriscono ai piedi della salita conclusiva di Cogne e l'ex maglia gialla deve abbandonare i suoi sogni di gloria, consegnando la vittoria al tedesco Georg Steinhauser (Tirol KTM) facente parte di un gruppo di contrattaccanti sin dal mattino.

La prima parte della Fénis - Cogne, con gli Sprint Catch di Chatillon e di Saint Christophe, ha poi visto anche la lotta serrata tra l'inglese Lewis Askey (Groupama FDJ) e il belga Robin Orins (Acrog Tormans) per la conquista della maglia rossa, andata infine sulle spalle del britannico.

Detto del vincitore Steinhauser, il secondo della tappa è il danese Asbjorn Hellemose (VC Mendrisio) che regola in una lunga volata Davide De Cassan (Team Friuli). Nel gruppo dei migliori, invece, a parte qualche piccola scaramuccia, non si vedono attacchi decisi e i primi della classifica giungono tutti insieme al traguardo con più di 7 minuti di ritardo dal vincitore.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it