Oggi è il

I sindaci della Valdigne contro i rincari Rav: "una follia"

  • Pubblicato: Mercoledì, 14 Marzo 2018 18:33
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

I cinque sindaci esortano le istituzioni regionali e nazionali a "porre un freno alle richieste di Rav"

COURMAYEUR. «Una follia». Non usano mezze parole i sindaci della Valdigne per definire la richiesta avanzata dalla società Rav al Tribunale amministrativo della Valle d'Aosta di aumentare ancora i pedaggi dell'autostrada Aosta - Monte Bianco.

Stefano Miserocchi, primo cittadino di Courmayeur, e i colleghi Loris Salice (La Salle), Mathieu Ferraris (La Thuile), Lorenzo Graziola (Morgex) e Riccardo Bieller (Pré-Saint-Didier) esprimono «la netta contrarietà a questa ennesima e assurda richiesta, che non tiene in nessun conto le esigenze dell'utenza e del territorio valdostano in cui Rav opera».

Come già accaduto per l'aumento del 52,7% scattato il 1° gennaio 2018, i sindaci dell'Unité Valdigne Mont Blanc mettono l'accento sul «grave danno» anche d'immagine provocato dai pesanti rincari e dal fatto che «il tratto della Valdigne risulta essere il più caro d'Italia, per poco più di 30 km».

Ancora una volta i cinque sindaci chiedono «una presa di posizione forte e incisiva da parte delle istituzioni regionali e nazionali affinché si ponga un freno alle richieste di Rav» e «perché vengano valutate con attenzione le ripercussioni sul territorio, economiche, sociali, ambientali e di immagine, qualora il ricorso Rav vada in porto».

 

C.R.

 

Altre news dai Comuni

 

 
ANNUNCIO DI LAVORO
C.V.A. S.p.A. ha indetto l'avviso di selezione finalizzato all'individuazione di due risorse, in possesso di laurea triennale da inserire all'interno dell'Ufficio Segreteria di Direzione con contratto a tempo indeterminato, tempo pieno. La sede di lavoro è nel comune di Châtillon. È possibile reperire tutte le informazioni necessarie sul sito www.cvaspa.it

 

 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075