Regione, depositata la mozione di sfiducia contro la Giunta Spelgatti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Consiglio Valle sarà riconvocato in tempi strettissimi per l'insediamento del nuovo governo Fosson

Emily RiniAOSTA. Con 18 voti a favore e 16 contrari, il Consiglio regionale della Valle d'Aosta questa mattina ha accolto la questione sospensiva posta dalla nuova maggioranza: seduta sospesa quindi e rinviata alla prima data utile per discutere la mozione di sfiducia costruttiva nei confronti della Giunta Spelgatti, depositata questa mattina, e la ricomposizione dei diversi uffici.

Ad avanzare ufficialmente la richiesta prevista dall'art. 61 del regolamento interno è stata la consigliera del gruppo misto Emily Rini (probabile futuro presidente del Consiglio) al termine della lunga conferenza dei capigruppo che ha fatto slittare di un'ora e mezza l'inizio dei lavori. In capigruppo la nuova maggioranza aveva già chiesto alla presidente Spelgatti di dimettersi per poter accelerare l'intero iter di insediamento del nuovo governo e mettersi subito al lavoro sul bilancio e su altre priorità. Richiesta che la presidente leghista ha respinto.

La questione pregiudiziale è stata quindi discussa, votata e approvata. Ora l'ufficio di presidenza dimissionario (il presidente dell'assemblea Fosson è indicato come nuovo presidente della Regione) e la conferenza dei capigruppo dovranno stabilire la nuova data di convocazione del Consiglio tenendo conto dei tempi strettissimi di approvazione del bilancio.

 

M.C.