Ipotesi voto elettronico nella nuova legge elettorale della Valle d'Aosta

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

seggio elettoraleAOSTA. Spunta l'ipotesi del voto elettronico nella bozza della nuova legge elettorale regionale che le Commissioni del Consiglio regionale della Valle d'Aosta stanno elaborando in questi giorni.

La maggioranza ha infatti presentato un emendamento «tendente a esplorare la possibilità di voto elettronico al fine di raggiungere l'obiettivo che ci si pone attraverso l'introduzione della preferenza unica e il consolidamento dello scrutinio centralizzato, ossia la segretezza del voto», come spiega Patrizia Morelli (Alpe), presidente della Commissione Istituzioni e Autonomia.

«Analizzeremo l'argomento venerdì prossimo con l'audizione del dirigente regionale competente e quindi approfondiremo con alcuni esperti le modalità del voto elettronico», riferisce ancora Morelli.

Per la bozza della nuova legge elettorale le Commissioni stanno lavorando essenzialmente sulle due proposte di legge presentate nei mesi scorsi da Emily Rini (gruppo misto) e da Alberto Bertin (Rete Civica) insieme a Luigi Mossa (M5s). I punti principali sono l'introduzione della preferenza unica, la conferma definitiva dello scrutinio centralizzato e la rappresentanza di genere nelle liste elettorali.

 

 

C.R.