Pulz (ADU): "il virus leghista ha contaminato la Valle d'Aosta"

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Daria PulzAOSTA. "Nel corso dell'ultimo Consiglio regionale, si è avuta purtroppo la dimostrazione di quanto il virus leghista abbia contaminato la Valle d’Aosta". Lo sostiene in una nota la consigliera di Adu-VdA Daria Pulz commentando l'approvazione a larghissima maggioranza (32 sì) di una mozione del Carroccio per togliere gli alloggi di edilizia residenziale a chi li usa per commettere reati o a chi adotta comportamenti socialmente pericolosi.

Pulz si è astenuta sulla proposta. "L'aspetto più grave della vicenda - evidenzia - è che, per il comportamento di un componente del nucleo familiare, si butterebbero in strada anche i familiari, creando nuovi casi sociali e situazioni di potenziale degrado e allarme sociale. Anche chi venisse condannato, se privato del domicilio rischierebbe di non poter usufruire delle misure alternative al carcere".

Secondo la consigliera di Adu il provvedimento approvato "è odioso, probabilmente illegittimo" e "come molte delle 'grida' leghiste inutile, se non per il rafforzamento del proprio messaggio politico di odio e di esclusione del più debole".

"Tra i collaborazionisti - timorosi di assumere scelte impopolari rispetto all’attuale deriva populista - ci dispiace ritrovare anche i Consiglieri Minelli e Bertin - conclude la Consigliera Pulz -. Con questa vicenda abbiamo nuovamente dimostrato che essere di Sinistra non è questione di etichette, ma di coerenza in merito al rispetto dei valori, anche costituzionali, di uguaglianza e giustizia".

 

 

 

 

 

C.R.