Oggi è il

Un'analisi tecnica ribassista per Bitcoin, Ethereum, XRP e Litecoin

  • Pubblicato: Martedì, 19 Novembre 2019 10:19

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

Nonostante il trend al ribasso fatto evidenziare dalle maggiori criptovalute mondiali, si cominciano ad intravedere timidi segnali di ripresa.

Dare inizio ad una proficua carriera da investitore e restare sempre aggiornati circa le fluttuazioni del mercato è possibile, soprattutto affidandosi ai servizi di una piattaforma di trading ultra decennale, popolata da milioni di utenti, ideale per operare su molteplici assets e ricca di tutorial, grazie ai quali imparare le basi del trading. Ma entriamo nello specifico e diamo un'occhiata a ciò che interessa di più a chi quotidianamente ha a che fare con il mercato delle criptovalute.

bitcoin pubbx600

Ethereum
Che cos'è e come funziona Ethereum? Questa criptovaluta sta rapidamente conquistando l'attenzione degli investitori, grazie alle sue peculiarità e ad una capitalizzazione di mercato in forte crescita. Ma come si fa ad investire in questo mercato finanziario, così differente ma al contempo simile a quello del Bitcoin? Il eth trade può essere trovato attraverso le diverse piattaforme che si trovano su Internet. Ethereum è una criptomoneda che funge da rete per gli "Smart Contracts". Proprio questi ultimi le permettono di differenziarsi dalle altre criptovalute, ma anche di classificarsi come unica vera alternativa al Bitcoin. Le attuali quotazioni di Ethereum stanno mettendo sotto pressione supporti che, qualora violati, porterebbero ad un ulteriore ribasso dei prezzi. Pertanto, l'operatività "short" resta favorita. Le ultime settimane hanno visto un discreto rallentamento della tendenza al ribasso dell'Ethereum. Come anticipato, dal punto di vista operativo, l'ideale sarebbe considerare eventuali strategie short da 163 dollari, con stop loss oltre i 195 dollari e obiettivo principale a 130 dollari.

Bitcoin
I ribassi di Bitcoin sembrano non volersi fermare, almeno per il momento. Tuttavia, le quotazioni si stanno avvicinando ad un'area supportiva potenzialmente molto interessante per attuare strategie long nel breve periodo. Il trend al ribasso che ha avuto inizio qualche mese fa, per ora non sembra dare alcun segnale di esaurimento: lowtrend che potrebbe continuare fino a raggiungere quotazioni comprese tra i 7 mila e i 7600 dollari, partendo dagli oltre 8 mila attuali. Tuttavia, a quella quota transitano molti supporti, i quali potrebbero essere sfruttati per mettere in pratica strategie di matrice long nel breve periodo. Secondo le analisi tecniche più affidabili, un punto di entrata possibile corrisponderebbe alla soglia di 7450 dollari, mentre lo stop loss andrebbe collocato a 6855 dollari e l'obiettivo principale a 8100 dollari.

XRP
I prezzi di Ripple (XRP) stanno cominciando ad arretrare nuovamente, segnando l'interruzione del rimbalzo fatto registrare poche settimane fa. Dal punto di vista operativo, è possibile considerare strategie short che mirino al ritorno del prezzo della criptovaluta verso i supporti. Gli esperti si attendono una ripresa del trend al ribasso che ha caratterizzato gli ultimi mesi ed un ritorno verso la soglia dei 0,2472 dollari. Considerato quanto detto, la soluzione migliore sta nel valutare strategie short, in linea con il downtrend di cui sopra, soprattutto nel caso in cui i prezzi dovessero scendere sotto la soglia dei 0,2713 dollari. In questo caso, lo stop loss della terza criptovaluta per capitalizzazione sarebbe sopra i 0,2950 dollari, mentre l'obiettivo principale a 0,2472 dollari.

Litecoin
I prezzi del Litecoin sono rimbalzati da un supporto statico che ha permesso ai compratori di inaugurare una reazione positiva. Dopo un lungo trend al ribasso, se la prossima resistenza fosse violata, le quotazioni potrebbero continuare la loro ascesa. Durante le sedute più recenti, i prezzi del Litecoin hanno fatto registrare una buona reazione, portandosi a ridosso del supporto collocato a 51,90 dollari. L'attuale breakout potrebbe provocare un rimbalzo più strutturato dei prezzi, a patto che venga sfondata la resistenza a 62,2550 dollari. Per conservare un'impostazione positiva, è necessario che i prezzi non calino ulteriormente, oltrepassando il minimo storico di 57,547 dollari: in questo caso salterebbe un supporto di brevissimo periodo, in grado di consentire ai venditori di aumentare ulteriormente la loro pressione in zona di minimi annuali. Approfittando dell'attuale segno positivo dei prezzi, sarebbe possibile valutare una strategia di stampo long in caso di chiusura a 63 dollari e più. Lo stop loss andrebbe collocato a 57 dollari e l'obiettivo principale a 70 dollari.

Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075