Turbativa d'asta su servizi socio-assistenziali: processo rimane ad Aosta


Imputati l'assessore comunale Paron e i vertici delle cooperative Leone Rosso e Proges

 

Andrea Edoardo ParonAOSTA. Rimarrà ad Aosta il processo per turbativa d'asta sull'assegnazione dei servizio socio-assistenziali del Comune capoluogo. Il gup Colazingari ha respinto l'istanza per spostare il procedimento a Parma, città sede della cooperativa Proges.

Le accuse di turbativa d'asta e tentata turbativa d'asta sono rivolte all'assessore comunale Andrea Edoardo Paron, al presidente della Leone Rosso Cesare Marques ed al funzionario della stessa coop, Michel Luboz. Questi ultimi sono anche accusati di reati fiscali con i vertici della Proges, Antonio Costantino (presidente) e Giancarlo Anghinolfi (direttore generale), per presunte fatture legate ad operazioni inesistenti.

Alcuni avvocati difensori oggi hanno chiesto il giudizio abbreviato per i loro assistiti. L'udienza è stata rinviata al 24 gennaio.

 

Marco Camilli

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it