Contributi imprenditoria giovanile e femminile, via libera unanime in IV Commissione

Il testo potrebbe approdare in Consiglio regionale per l'approvazione la prossima settimana

 

Sala Commissioni

Potrebbe arrivare in Consiglio Valle la prossima settimana il disegno di legge sull'imprenditoria giovanile e femminile presentato poco meno di un mese fa dalla Giunta regionale della Valle d'Aosta. Il provvedimento prevede contributi una tantum a fondo perduto per sostenere nuove iniziative imprenditoriali sul territorio regionale da parte di donne e giovani da 18 a 35 anni.

Oggi la Commissione Sviluppo economico ha espresso all'unanimità parere favorevole «a dimostrazione della bontà e della necessità di un provvedimento a favore di settori, quali l'industria e l’artigianato, che richiedono maggiore sostegno, anche in considerazione dell'attuale situazione di crisi economica», afferma il presidente della Commissione Giulio Grosjacques (UV).

Secondo l'attuale formulazione del testo, i contributi erogati possono raggiungere il 60% della spesa ammissibile (acquisto di beni come attrezzature ai macchinari e acquisizione di servizi come consulenze o analisi di mercato) e possono essere cumulati con mutui a tasso agevolato previsti dalla normativa regionale sullo sviluppo delle imprese industriali e artigiane. Il tetto massimo dell'aiuto economico è 80mila euro.

«L'intenzione - aggiunge Grosjacques - è quella di portare il disegno di legge all'approvazione del prossimo Consiglio già convocato per il 30 novembre».

 

 

Elena Giovinazzo

 

Pin It
© 2022 Aostaoggi.it