Abbonamenti Musei, aggiunti 15 nuovi siti della Valle d'Aosta

 

MAIN

AOSTA. Il castello di Introd e diversi altri siti culturali e naturalistici della Valle d'Aosta entrano a far parte dell'Abbonamento Musei, circuito nazionale cui la Regione ha aderito lo scorso anno che consente di visitare liberamente un lungo elenco di castelli, palazzi e siti turistici in diverse regioni d'Italia.

Oltre al maniero di Introd, aperto solitamente solo nei mesi estivi, si aggiunge dal mese di agosto la Maison Bruil. Situata sempre ad Introd, la struttura adibita a museo permette ai visitatori di compiere un salto indietro nel tempo grazie alla ricostruzione degli ambienti tipici di una antica casa tradizionale.

L'elenco dei siti inclusi nell'abbonamento prosegue con il Mav - Museo dell'artigianato valdostano di Fénis, la Maison Musée Berton di La Thuile, il centro espositivo AlpinArt di Cogne e la Main - Maison de l'Artisanat  International di Gignod (foto in alto) con le sue mostre temporanee dedicate all'artigianato. Un altro museo inserito, ma di tutt'altra natura, è quello della Cattedrale di Aosta che dal 1984 custodisce una selezione di opere del patrimonio valdostano di arte sacra e antica, tra cui il dittico d'Onorio del 406 d.c..

miniere di Brusson

Sul lato dell'offerta naturalistica, entrano nel circuito i centri visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso situati a Cogne, Rhêmes-Notre-Dame e Valsavarenche ed il giardino botanico alpino Paradisia a Cogne, situato nella Valnontey, fondato nel 1955. Ci sono poi due siti minerari: la miniera d'oro di Brusson (foto) e la miniera di Servette a Saint-Marcel dove si estraeva pirite, calcopirite e pietre da macina sin dall'epoca romana e fino al 1957.

Per i possessori dell'Abbonamento Museo inoltre è previsto l'ingresso scontato a Châtel Argent di Villeneuve, alla cripta della chiesa di Saint-Léger ad Aymavilles ed alla chiesa e chiostro di Sant'Orso di Aosta. 

"La decisione di inserire questi nuovi siti entro agosto è frutto della volontà di sostenere e incoraggiare il turismo nostrano, in particolare quello di prossimità, quest’estate più che mai", commenta Simona Ricci, direttore dell'Associazione Abbonamento Musei.

 Il circuito, riferisce l'associazione, conta ad oggi più di 160.000 abbonati e 435 siti totali. La Regione riporta  27.200 ingressi registrati nei siti valdostani e 665 nuovi abbonati dal momento dell'adesione al circuito (lo scorso autunno).

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it