.

1° Maggio, a Verrès la celebrazione dei sindacati: "la solidarità fa la differenza"

 

Rivendicare "per i lavoratori, le lavoratrici e gli immigrati i diritti sociali, sanitari e sindacali"

1maggio-15VERRES. "La solidarietà fa la differenza. Integrazione, lavoro, sviluppo. Rispettiamo i diritti di tutti, nessuno escluso" è lo slogan della festa del 1° Maggio 2015.

In Valle d'Aosta Cgil, Cisl, Savt e Uil celebreranno a Verrès la Festa del lavoro e dei lavoratori. "Vogliamo rivendicare - annunciano - per tutti i lavoratori, tutte le lavoratrici e per gli immigrati, i diritti sociali, sanitari e sindacali e, come recita la nostra Carta Costituzionale, questo deve avvenire 'senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali'".

I sindacati invitano i valdostani a prendere parte al corteo che partirà dalla piazza dell'Ospedale alle ore 10 e raggiungerà piazza Emile Chanoux. Qui, alle ore 10.45, si terranno i discorsi ufficiali.

"Nell'Italia post-moderna del 2015 una amara realtà è sotto gli occhi di tutti noi: centinaia di migliaia di lavoratori e soprattutto di lavoratrici, di cittadini sono privi dei diritti sindacali, sociali, sanitari e di cittadinanza, milioni di minori vivono sotto la soglia di povertà e al limite della sopravvivenza - affermano i sindacati -. Una larga fetta della nostra società, particolarmente xenofoba per paura del diverso, continua a mistificare i problemi sociali e civili in conflitti di civiltà. Culture e religioni che si scontrano senza potersi mai incontrare e confrontare, concetto rafforzato da una politica fatta di slogan e pochi atti concreti di equità e giustizia sociale. Il nostro compito - concludono - è costruire una società valdostana, italiana ed europea multietnica, solidale, dove i diritti e i doveri costituzionali, siano rispettati e condivisi".

 

Clara Rossi

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it