Mostra fotografica sul Tibet con gli scatti di Maurizio Villa

L'esposizione è organizzata dalla bibilioteca di Gressan

 

Gli scatti di Maurizio Villa in mostra a Gressan

GRESSAN. La biblioteca di Gressan organizza una mostra con gli scatti di Maurizio Villa, fotografo sanremese di nascita e gressaen di adozione. L'esposizione, aperta al pubblico dal prossimo 17 luglio, proporrà 26 immagini che raccontano venti anni di esplorazione nelle zone del Tibet, del Nepal e del Buthan.

Quest'esposizione - si legge nella presentazione dell'evento - nasce a seguito della donazione del fondo librario di Maurizio Villa alla biblioteca di Gressan. Il Fondo "Maurizio Villa" comprende 385 libri e si compone principalmente di volumi in lingua inglese, italiana e francese oltre che di alcuni testi in lingua tibetana e cinese; una raccolta che racconta dell’amore per il Tibet e per il suo popolo, un popolo di montagna, dalla storia antichissima, oggi oggetto di attenzione di molti settori della cultura, dall'etnografia alla politica, dalla spiritualità all'alpinismo, alla geografia di viaggio.

Ad impreziosire il fondo, oltre ad alcuni libri antichi e rari, anche una settantina di volumi d'epoca antecedenti la prima guerra mondiale, tra cui molte prime edizioni che permettono al lettore di immergersi in un mondo ormai lontano, dove viaggiatori, perlopiù inglesi e francesi, si muovono in un’atmosfera creata da esperienze di autentica sorpresa e meraviglia.

Gli scatti di Maurizio Villa in mostra a Gressan

 

 

Elena Giovinazzo



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it