.

Gaia Tormena domina i Campionati Mondiali Xce a Graz

In Austria la valdostana chiude per prima tutti i turni e la finale

 

Gaia Tormena (archivio)

Nella lotta greco-romana avrebbero interrotto l’incontro per manifesta superiorità. Domenica pomeriggio, a Graz (Austria), Gaia Tormena ha dominato i Campionati Mondiali Xc Eliminator, giungendo prima in ogni turno di gara e, in finale, infliggendo distacchi pesanti alle avversarie. Dopo la beffa subita lo scorso anno, la valdostana torna "proprietaria" della maglia iridata.

Nella finale a quattro, Gaia Tormena (Gs Lupi Valle d'Aosta) è subito al comando dal primo metro; al termine del primo giro ha già più di un secondo di vantaggio sulle avversarie. Aumenta ancora il divario nel secondo giro e l'aostana si permette il lusso di tagliare il traguardo a braccia alzate. Gaia Tormena (2’05”41) ha preceduto la francese Noemie Garnier (a 2”96), l’ucraina Iryna Popova (a 3”38) e la tedesca Marion Fromberg (a 8”97).

Nelle qualifiche del primo pomeriggio, Gaia Tormena ha fatto segnare il miglior crono, in 1’00”73, a precedere la Ceca Barbora Prudkova 1’03”81) e Noemie Garnier (1’04”34). Nella prima batteria dei quarti di finale, successo di Tormena (2’16”52), seguita dall'olandese Didi De Vries (a 34/100) e dall'austriaca Lena Ladstatter (a 3”73). Stesso canovaccio in semifinale, con Tormena a imporsi in 2’10”15, davanti a Marion Fromberg (a 7/10) e a Didi De Vries (a 1”23).

Il prossimo impegno per la neroverde dei Lupi è fissato, domenica 12 settembre, a Winterberg (Germania), con la quarta tappa di Coppa del Mondo; qualifiche dalle 13; batterie e finali dalle 14.40 e, dalle 16.30, lo Short track. Il massimo circuito ha cancellato le ultime due tappe, in Bahrain e ad Abu Dhabi; alla conclusione della Coppa del Mondo, mancano dunque tre tappe (Winterberg compresa): Seine-et-Marne, in Francia, il 17 settembre e, conclusione, il 2 ottobre, a Barcellona (Spagna). In classifica generale, al comando – con tre successi in altrettante gare – Gaia Tormena, con 270 punti,s eguita da Marion Fronberg (175) e dalla svedese Ella Holmegard, a quota 111.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it