.

Equitazione, due argenti per la Valle d'Aosta dai campionati italiani endurance

Belle prestazioni di Giorgia Pisano su Amh Hassan e Amélie Garin con Olek

 

Ci sono i binomi valdostani a primeggiare tra i grandi protagonisti dei Campionati italiani Endurance 2022 Open che si sono tenuti dal 2 al 5 giugno nella tenuta e nell’ippodromo di San Rossore in provincia di Pisa. Due gli argenti infatti conquistati dai portacolori rossoneri in questo importante appuntamento che ha visto presente a Pisa la scuderia dell’Asd Equi.Libres du Mont Blanc.

Ottima la prestazione di Giorgia Pisano su Amh Hassan che conquista il secondo gradino del podio nella CEIYJ1* 104,5 km. Il suo 2° posto è un grandissimo risultato che evidenzia l’ottimo lavoro svolto da questo binomio e dal team che la segue. Grande soddisfazione della giovane Giorgia Pisano, dopo una gara ben gestita chiusa con una media di 16, 378 km/h e tanta adrenalina.

Un secondo argento è poi quello di Amélie Garin su Olek conquistato nella categoria debuttanti Under 14, una bella gara e un altro ottimo risultato sulla lunghezza di 20 km che l’amazzone valdostana porta a casa con grande soddisfazione. Tra le compagne di scuderia bene anche Chiara Rizzi su Moran By Makira che chiude con un bel 6° posto. Nella CEN B/R Under 14 di 84 km bene anche Elisa Rocher con Anouk Des Baraques che si piazza all’8° posto.

Tra gli altri binomi impegnati nelle gare di Pisa, chiusura amara per Giulia Mantovani, (Asd Cavallo e Natura) nella CEI2* 120 km, che nelle fasi finali della gara è stata fermata al controllo veterinario a causa dello stato metabolico del cavallo Tenedi Contu. Eliminazione anche per Martina Pisano (Equi.libres) con Monello Alfabia nella CEI** 120 km Junior , che dopo un arrivo al galoppo per il 2° e 3° posto è stata eliminata al cancello veterinario per zoppia. Eliminazione infine per zoppia anche per l'altro binomio valdostano presente in gara, Alessia Lustrissy in sella a Edimburgo (Asd Torgnon Endurance).

I campionati Italiani Endurance 2022 Open hanno richiamato nella città 243 binomi provenienti dall’Italia, oltre che da Finlandia, Francia, Kuwait, Qatar, Spagna e Turchia. Non un campionato qualsiasi, quindi, ma un vero e proprio 'campionato dei campionati' che, per la prima volta nella storia dell’endurance italiano, riunisce insieme in un unico evento tutte le categorie della disciplina (Senior, Junior & Young Rider, Under 14 e Pony) per un totale di 12 titoli.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it