Bovini piemontesi fatti passare per valdostani: tre condanne

Altri due imputati sono stati assolti

martelloAOSTA. Tre imputati sono stati condannati e altri due assolti nel processo di primo grado sull'inchiesta "Blu belga" condotta dal Corpo forestale della Valle d'Aosta su un sospetto traffico di bovini piemontesi fatti passare per capi valdostani utilizzando microchip tolti a mucche autoctone.

Il giudice monocoratico Marco Tornatore ha condannato Guido Chaussod, 64 anni di Quart, a due anni di reclusione; Paolo Consol, 63 anni di Issime, ad un anno e otto mesi; Cassiano Treboud, 43 anni di La Salle, a 5000 euro di ammenda.

Sono stati invece assolti il trentanovenne Marco Cerise, di Sarre, e il quarantanovenne Piergiorgio Colleoni, di Nus, rispettivamente "per non aver commesso il fatto" e "perché il fatto non costituisce reato".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it