REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Artigiano morto in scavo a Periasc, condannato l'impresario


Otto mesi di reclusione per l'incidente mortale in un cantiere di Periasc

martelloAOSTA. E' stato condannato l'impresario finito a processo per la morte di un lavoratore in un cantiere di frazione Periasc, ad Ayas, nell'ottobre 2017. Nella tragedia perse la vita Piero Jaccod, 44 anni, seppellito da un cumulo di terra e pietre mentre lavorava in uno scavo per la posa di tubazioni all'esterno di una stalla.

Il giudice monocratico di Aosta Marco Tornatore ha condannato a otto mesi di reclusione Fabrizio Merlet, 53 anni, accusato di omicidio colposo e violazione del Testo unico sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

A processo c'era anche il progettista trentaquattrenne Alex Gaspard indicato in aula come direttore lavori del cantiere. Per lui il magistrato ha disposto il rinvio degli atti in procura per riformulare il capo di imputazione.



M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it