Ferì poliziotti durante fuga, 23enne di Aosta chiede la messa in prova

 

L'udienza è stata aggiornata a febbraio 2016

Tribunale-scriAOSTA. E' stata aggiornata a febbraio 2016 l'udienza per Alessandro Pili, 23 anni, arrestato lo scorso 7 ottobre per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate dopo che ferì due agenti di polizia non fermandosi all'alt della pattuglia.

Il giudice monocratico Marco Tornatore dovrà decidere se concedere o meno la messa in prova richiesta dal giovane aostano: impegnandosi per un determinato periodo in attività di utilità sociale, il 23enne potrebbe veder dichiarato estinto il reato di cui è accusato.

Nella scorsa udienza Pili, assistito dall'avvocato Corinne Margueret, portò un referto del pronto soccorso per povare di aver subito "lesioni riferibili a percosse ricevute in sede di arresto". Ora invece l'aostano ha proposto, oltre alla messa in prova, anche un risarcimento di 500 euro a ciascuno dei due poliziotti feriti, assistiti legalmente da Stefano Moniotto.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it