Aosta, conto alla rovescia per il Marché Vert Noël diffuso

I mercatini natalizi 2022/2023 saranno inaugurati il 19 novembre con tre sedi in altrettante piazze del centro storico aostano

 

Presentazione del Marché Vert Noël 22/23

È iniziato il contro alla rovescia per l'inaugurazione del Marché Vert Noël di Aosta, la cui apertura è in calendario dal 19 novembre 2022 all'8 dicembre 2023.

Un mercatino natalizio diffuso

Quest'anno il mercatino natalizio aostano sarà composto da tre piccoli villaggi alpini. L'apprezzata location del Teatro Romano non è più disponibile causa lavori e l'amministrazione comunale ha deciso di organizzare un evento più diffuso che mai coinvolgendo tre piazze del centro storico di Aosta: piazza Giovanni XXIII, fresca di riqualificazione, dove troveranno posto 18 chalet, la vicina piazza Caveri con altri 7 stand e infine piazza Roncas con 10 stand (compreso quello tradizionale dell'Ana) allestiti con lo sfondo del Museo Archeologico Regionale.

Pista di pattinaggio in piazza Chanoux

Il Comune di Aosta quest'anno ha investito maggiori risorse economiche per il mercatino proprio perché diffuso e confermato gli investimenti per le luminarie che saranno accese dal giorno dell'inaugurazione del Marché Vert Noël per dare alla città un'atmosfera natalizia malgrado le difficoltà del momento.

In Piazza Chanoux non ci saranno gli chalet del mercatino natalizio perché il "salotto" di Aosta accoglierà di nuovo la pista di pattinaggio e sarà abbellita da diciannove alberelli di Natale realizzati dagli studenti del Liceo artistico riutilizzando il materiale che componeva l'albero di Natale "tecnologico" degli anni scorsi.

È poi confermata la collaborazione con la Chambre Valdôtaine per distribuire 115 alberelli luminosi davanti alle vetrine delle attività lungo le vie principali del centro storico.

Un contributo alla candidatura di Aosta capitale della cultura 2025

«Il mercatino di Natale riveste un'importanza ancora più significativa rispetto al passato - ha detto il sindaco Gianni Nuti che oggi ha presentato l'evento - Alla manifestazione cittadina più importante dopo la Fiera di Sant'Orso chiediamo di aiutarci a mettere in rilievo una parte importante della storia della città, rappresentata da luoghi simbolici che vogliamo restituire alla piena fruizione della collettività, contribuendo a concretizzare la proposta di candidatura di Aosta a capitale italiana della cultura 2025».

L'impossibilità di utilizzare l'area del Teatro Romano «è stata trasformata in una grande opportunità di promozione di alcuni luoghi meno valorizzati del centro storico», ha aggiunto l'assessora alla promozione turistica, Alina Sapinet. «Con l'allestimento del Marché in tre sedi diverse concretizziamo il progetto di diffondere il mercatino nel cuore di Aosta, senza penalizzare o privilegiare una zona rispetto a un'altra».

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it