.

La Valle d'Aosta al Vinitaly per celebrare i vini 'estremi'

Quindici aziende, degustazioni e spazi istituzionali alla fiera internazionale dei vini a Verona

 

Vinitaly

Il Vinitaly di Verona torna dopo una lunga assenza provocata dal Covid-19. Dal 10 al 13 aprile 2022 la manifestazione proporrà una panoramica di vini e distillati provenienti da tutto mondo. Anche la Valle d'Aosta sarà presente a questa 56/a edizione con quindici aziende e una sezione istituzionale.

Per Davide Sapinet, assessore regionale all'agricoltura e risorse naturali, questo Vinitaly sarà «senza alcun dubbio un momento importante per il mondo del vino valdostano. Innanzitutto, debutterà il nuovo Consorzio Vini Valle d'Aosta, che gestirà lo spazio dedicato alle aziende», spiega Sapinet. Inoltre l'evento «sarà l'occasione per ricordare che quest’anno celebreremo i 30 anni del Concorso enologico Mondial des Vins Extrêmes, che è ancora l’unico al mondo dedicato alla viticoltura estrema, e i 35 anni del Cervim, una realtà che fa onore alla Valle d'Aosta e porta il suo nome nel mondo».

La fiera veronese inoltre consentirà di «parlare dell'itinerario della Strada dei vigneti alpini, che si sta strutturando tra Valle d'Aosta, Piemonte e Savoia».

Le aziende valdostane al Vinitaly

Alla "tre giorni" dedicata ai vini saranno presenti per la Valle d'Aosta (nel Padiglione 12, stand A3-C4) le aziende Di Barrò, Rosset Terroir, La Source, Grosjean Vins, Feudo di San Maurizio, Lo Triolet, Maison Agricole D&D, Ottin Vini, La Vrille e Pianta Grossa, le cantine cooperative Caves de Donnas, Crotta di Vegneron, Cave des Onze Communes e Cave Mont Blanc de Morgex et de La Salle e l'Institut Agricole Régional per fornire informazioni e incontrare pubblico e clienti.

Sarà anche allestito un banco assaggi per la degustazione dei vini delle aziende che hanno aderito all'evento, ma che non potranno essere presenti a Verona.

Nella sezione istituzionale sarà distribuito del materiale promozionale sull’enogastronomia e sull'offerta turistica regionale in generale.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it