.

Coldiretti: 8 milioni di stranieri in più in Italia per l'Expo

 

Visitatori divisi tra mete tradizionali e ricerca delle tipicità alimentari

expo-logoROMA. L'Expo quest'anno attirerà in Italia 8 milioni di stranieri in più, per un totale di 59 milioni di arrivi, che generanno una spesa aggiuntiva di 5,4 miliardi. È quanto rivela una prima analisi prodotta della Coldiretti, sull'impatto economico dell'arrivo dei turisti stranieri per l'Expo 2015, l'Esposizione Universale che la città di Milano ospiterà dal primo maggio al 31 ottobre 2015.

Secondo la stima della Coldiretti, la spesa media per turista ammonterà a 675 euro e sarà indirizzata, per un terzo, all'acquisto di prodotti alimentari o a spese in ristoranti, trattorie e pizzerie. "Il 18 per cento delle spese sostenute da turisti stranieri nel corso del soggiorno in Italia per l'Expo sono riconducibili ai pasti consumati in ristoranti, pizzerie, bar, caffè e rosticcerie per un totale di oltre un miliardo di euro ai quali vanno aggiunti 750 milioni di euro riconducibili all'agroalimentare per acquisti in supermercati e negozi di prodotti tipici locali che pesano per il 14 per cento", spiega Coldiretti.

Tra le altre voci di spesa rilevanti emergono quelle per l'alloggio e i trasporti che, secondo la Coldiretti, "assorbono il 25 per cento del budget disponibile per un totale stimato in 1,35 miliardi". Più contenute le spese per attività culturali, ricreative e di intrattenimento svolte durante il soggiorno in Italia per una cifra che supera i 900 milioni (17 per cento).

Le destinazioni scelte dai turisti sono molteplici con tappe irrinunciabili a Milano, Venezia, Firenze, Roma e Napoli, ma con anche la ricerca di percorsi alternativi alla scoperta delle produzioni alimentari tipiche. Ma secondo il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, perché l'Expo costituisca davvero un successo per il nostro paese, dobbiamo  riuscire a "creare le condizioni per prolungare il soggiorno dei visitatori stranieri al di fuori della area espositiva di Milano con nuove attrazioni lungo tutta la Penisola nelle città e nelle campagne".

 

Clara Rossi

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it